L'intento del 29enne non era uccidere, ma solo rapinare l'artista di strada morto a Lecce lunedì scorso

·1 minuto per la lettura
Polizia
Polizia

L’episodio è accaduto la notte tra il 5 e il 6 ottobre 2021, un artista di strada di Oria, in provincia di Brindisi, è morto a Lecce, luogo in cui dipingeva quadri delle Madonne.

Artista di strada ucciso a Lecce: il profilo della vittima

Leonardo Vitale, 69 anni, era un “Madonnaro”, un artista di strada che si guadaganava onestamente da vivere dipingendo raffigurazioni della Madonne. L’uomo è stato ritrovato la notte tra il 5 e il 6 ottobre in fin di vita e con molte ferite.

Artista di strada ucciso a Lecce: la dinamica dell’aggressione e la conseguente morte

Ad uccidere Leonardo Vitale è stato un senegalese di 29 anni che dopo averlo visto nei pressi di un kebab ha deciso di seguirlo poichè attratto da un’ingente quantità di banconote. Il 29enne, a quel punto, avrebbe aggredito Leonardo in un vicolo buio, impossessandosi della sua tavolozza di colori e del suo cellulare, lasciando però i soldi alla vittima. Durante l’aggressione Leonardo è caduto sbattendo con la testa sul marciapiede. Inutile l’intervento dei paramedici e l’operazione all’ospedale “Vito Fazzi“. Leonardo è deceduto lunedì 11 ottobre 2021.

Artista di strada ucciso a Lecce: la confessione del rapinatore

Le forze dell’ordine sono fortunatamente riuscite a trovare l’aggressore, il quale, una volta in Questura, ha confessato di aver rapinato l’uomo senza avere nessuna intenzione di fargli del male o ucciderlo. Lo scopo del 29enne era quello di sottrargli i soldi e gli oggetti di valore. L’indagine della Procura, per ora, ipotizza i reati di rapina e morte come conseguenza di altro reato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli