L'Inter multa Lautaro, Conte su di giri a fine match: per il tecnico principio di tachicardia

Stefano Bertocchi

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!

Nella giornata di ieri, dopo il pari interno contro il Cagliari (1-1), Antonio Conte ha lasciato in anticipo San Siro senza presentarsi in conferenza stampa ed evitando di rilasciare dichiarazioni ai microfoni delle varie emittenti. Il nervosismo mostrato dal tecnico dell'Inter durante e dopo il lunch match di ieri è uno dei temi approfonditi tra le pagine de La Gazzetta dello Sport. 

Antonio Conte


Tutto è nato con l’espulsione di Lautaro, che dopo il giallo per proteste è tornato all’attacco di Manganiello, sia prima sia dopo aver ricevuto il cartellino rosso. Gli eccessi del Toro non sono piaciuti né al tecnico né ai dirigenti: ecco perché l’argentino sarà multato.


Dopo al triplice fischio finale anche Conte si è diretto verso l'arbitro Gianlica Manganiello, chiedendo spiegazioni con grande veemenza, prima di essere portato via da Lele Oriali, pronto a evitare guai peggiori. E il terzo pareggio consecutivo non è stato digerito.


Già durante il match il tecnico se l’era presa con alcune decisioni dell'arbitro, protestando platealmente. Dopo il match l’allenatore era su di giri, tanto è vero che "lo staff medico gli ha fornito una pastiglia per un principio di tachicardia" svela la rosea. In queste condizioni, si è preferito evitare dichiarazioni. E allora Conte è filato via dallo stadio in auto, mandando ai microfoni il vice Cristian Stellini.