L'invasione dell'Area 51 organizzata su Facebook ha superato il milione di partecipanti

Un cartello di un hotel sulla Exraterrestrial Highway (Highway 375) dove l'Area 51 (Groom Lake, Dreamland) è situata a Rachel, nel Nevada (Photo by Barry King/WireImage).

L’Area 51, zona della Nellis Air Force Base, base sperimentale e militare statunitense situata nel Nevada meridionale, a nord-ovest di Las Vegas, ha scatenato per anni la fantasia di milioni di persone, convinte che il governo degli Stati Uniti nasconda in quel luogo segreti sulla vita extraterrestre nell’universo.

Gli elevati livelli di segretezza che circondano la base e il fatto che la sua esistenza sia solo vagamente ammessa dal governo statunitense hanno fatto sì che l’Area 51 diventasse protagonista di teorie del complotto e del folklore ufologico, oltre che di film, serie tv e letteratura di fantascienza per decenni.

L'Area 51 vista da satellite il 20 luglio 2016. La base è un remoto distaccamento della Edwards Air Force Base, all'interno del Nevada Test and Training Range. (Photo DigitalGlobe via Getty Images)

Qualche mese fa è stato aperto per gioco un evento Facebook sul popolare social network intitolato “Invadiamo l’Area 51, non possono fermare tutti noi”, programmato per il 20 settembre 2019.

L’evento è ben presto diventato virale, e ha raccolto l’adesione di quasi 1 milione e mezzo di persone. Il finto piano di assalto dell’Area 51 ha ispirato migliaia di meme online, ma molti utenti hanno preso sul serio la missione, volta a scoprire i segreti sugli alieni che il governo americano avrebbe nascosto per anni.

Un post pubblicato sulla pagina dell’evento Facebook dall’utente Jackson Barnes e messo in evidenza per i partecipanti descrive la strategia di invasione nel dettaglio, con il messaggio ironico: “Ciao governo statunitense, questo è uno scherzo, non intendo mettere in atto sul serio questo piano. Pensavo che sarebbe stato divertente e che mi avrebbe portato molti “mi piace” su Internet.”

Il "piano di invasione" dell'Area 51 (Facebook).

La U.S. Air Force ha voluto rispondere al milione e mezzo di persone che hanno aderito all’evento. Un referente dell’Air Force ha dichiarato a media come USA Today, New York Times e NPR: “Qualsiasi tentativo di accedere illegalmente all’area è altamente sconsigliato.”

La comunicazione ufficiale integrale è stata riportata da Deadline: “Area 51 è un campo di allenamento per l'aviazione americana, e scoraggeremo chiunque provi ad entrare nel perimetro nel quale addestriamo le forze armate americane. L'US Air Force è sempre pronta a proteggere l'America e le sue risorse.”

L’Area 51 è strettamente sorvegliata dal governo statunitense. Come riportato dal Guardian, i cartelli di divieto d’accesso disposti intorno alla base militare specificano che è autorizzato l’uso di “forza bruta” nei confronti degli intrusi. Inoltre, la zona è nel bel mezzo del deserto del Nevada, senza risorse, supermercati o bagni pubblici a disposizione.

Uno dei cartelli di divieto d'accesso nell'Area 51, vicino a Rachel, nel Nevada (Photo by Barry King/WireImage).

“Se corriamo come Naruto (personaggio manga, ndr), possiamo muoverci più veloci delle loro pallottole. Andiamo a vedere gli alieni”, legge la descrizione dell’evento.

Non resta che attendere il 20 settembre per vedere se effettivamente qualcuno si presenterà lì.