L'invito degli alleati al Cavaliere affinché sciolga la riserva per il Colle.

·1 minuto per la lettura
berlusconi quirinale vertice centrodestra
berlusconi quirinale vertice centrodestra

Si è concluso intorno alle 17:00 di questo pomeriggio, venerdì 14 gennaio 2022, il vertice del centrodestra nel quale i partiti dello schieramento avevano l’obiettivo di impostare la strategia della coalizione in vista delle imminenti elezioni per il Quirinale. Da quanto è emerso, il gruppo di leader politici riuniti avrebbe dato il proprio benestare alla candidatura di Silvio Berlusconi, da settimane in realtà uno dei più gettonati per il Colle, chiedendogli di sciogliere la riserva.

Berlusconi al Quirinale, ok dal vertice del centrodestra

A Villa Grande, sede del vertice e nuova residenza romana del Cavaliere, erano presenti. tra gli altri, il leader della Lega Matteo Salvini e quello di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, oltre che il presidente di Coraggio italia Luigi Brugnaro e l’eterno consigliere di Berlusconi Gianni Letta. “Il centrodestra – si legge congiutna in una nota diffusa dopo l’incontro – che rappresenta la maggioranza relativa nell’assemblea chiamata a eleggere il nuovo capo dello Stato, ha il diritto e il dovere di proporre la candidatura al massimo vertice delle istituzioni. I leader della coalizione hanno convenuto che Silvio Berlusconi sia la figura adatta a ricoprire in questo frangente difficile l’alta carica con l’autorevolezza e l’esperienza che il Paese merita e che gli italiani si attendono. Gli chiedono pertanto di sciogliere in senso favorevole la riserva fin qui mantenuta“.

Il vertice del centrodestra per Berlusconi al Quirinale

Pronta arrivata la reazione delle altre forze politiche, in particolare del MoVimento 5 Stelle e del Partito democratico, fortemente contrari all’ipotesi di Berlusconi al Quirinale. Dai pentastellati il leader Giuseppe Conte chiede al centrodestra di “non bloccare l’Italia”. “Qui fuori – continua in un tweet l’ex Presidente del Consiglio – c’è un Paese che soffre e attende risposte, non possiamo giocare sulle spalle di famiglie e imprese”.

Berlusconi al Quirinale, l’ok del vertice del centrodestra

Anche dal Nazareno arrivano i primi mal di pancia per la decisione del centrodestra. Fonti interne rivelano: “Silvio Berlusconi alla Presidenza della Repubblica è per noi un’opzione irricevibile e improponibile”. Fa eco a queste dichiarazioni il segretario del Pd, Enrico Letta: “Ripeto quello che ho sempre detto, il candidato deve essere unitario e non divisivo. Non deve essere un capo politico, ma una figura istituzionale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli