A Lipsia in 2.000 protestano contro l’aumento dei prezzi energia

featured 1645876
featured 1645876

Roma, 6 set. (askanews) – A Lipsia, Germania orientale, più di 2.000 persone si sono radunate rispondendo all’appello della Linke, il partito di estrema sinistra. Al grido di “Un autunno caldo contro il freddo sociale”, i manifestanti, come si vede dalle immagini di Afp, hanno protestato contro l’aumento dei prezzi dell’energia e le misure annunciate dal governo.

Importante il dispositivo di sicurezza dispiegato per contenere la folla di dimostranti, mentre si temevano disordini da parte dell’estrema destra, tra cui un migliaio di partecipanti, come il partito “Freie Sachsen” (Libera Sassonia, nome del Land dove si trova Lipsia) hanno sfilato nella città nella stessa giornata, sempre contro l’aumento del costo della vita.