L'Iran denuncia l'invio di rinforzi Usa in M.O.

Fco

Roma, 25 mag. (askanews) - Il ministro degli Affari esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha denunciato come una "minaccia" per la pace internazionale l'invio di nuovi rinforzi militari americani in Medio Oriente, in un contesto di escalation tra i due Paesi nemici.

Citando minacce di attacchi "imminenti" da part dell'Iran o di alleati regionali contro gli interessi americani, gli Stati Uniti hanno moltiplicato nelle ultime settimane i dispiegamenti militari, dispiegando nel Golfo una portaerei, caccia B-52, una nave da guerra e missili Patriot.

Ieri, inoltre, il presidente Donald Trump ha annunciato l'invio di 1.500 soldati supplementari in Medio Oriente in maniera "preventiva". L'aumento "della presenza americana nella nostra regione è molto pericoloso e costituisce una minaccia per la pace e la sicurezza internazionali. Deve essere affrontato", ha affermato Mohammad Javad Zarif prima della sua partenza per il Pakistan, secondo l'agenzia di stampa ufficiale Irna.

Ha aggiunto, alludendo alle affermazioni americane che menzionano 'minacce iraniane' per spiegare i rinforzi: "Gli americani rilasciano tali dichiarazioni per giustificare le loro politiche ostili e creare tensioni nel Golfo Persico".