Lirica: è morto il soprano statunitense Margherita Roberti

·1 minuto per la lettura
Lirica: è morto il soprano statunitense Margherita Roberti
Lirica: è morto il soprano statunitense Margherita Roberti

Washington, 12 feb. – (Adnkronos) – La cantante lirica statunitense Margaret Jean Roberts, nota con il nome d'arte di Margherita Roberti, soprano drammatico d'agilità specializzata nel repertorio delle opere di Giuseppe Verdi, è morta all'età di 95 anni. L'annuncia della scomparsa è riferito dal sito internet OperaWire.

Debuttò alla Saint Louis Opera nel 1951 iniziando poi una regolare attività radiofonica a Chicago. Nel 1956 decise di completare gli studi in Italia, dove seguì, tra le altre, le lezioni di Ines Adami Corradetti e dove esordì l'anno seguente a Torino come Leonora ne "La forza del destino", adottando il nome d'arte italianizzato.

Roberti si affermò rapidamente come soprano apparendo in importanti teatri europei: nel 1958 debuttò in "Nabucco" alla Scala di Milano, dove fu presente nelle successive quattro stagioni, al Covent Garden di Londra in "Tosca" e all'Arena di Verona. Nello stesso anno fece ritorno in America, esordendo alla Lyric Opera di Chicago in "Simon Boccanegra", a New Orleans, San Francisco, Buenos Aires, Città del Messico. Nel 1962 debuttò al Metropolitan Opera di New York in "Tosca", che eseguì anche a Philadelphia, entrambe accanto a Franco Corelli. Negli stessi teatri cantò anche "Aida". Continuò successivamente la carriera in Europa, dove apparve ai festival di Edimburgo (Luisa Miller) e Glyndebourne (Macbeth), alla Staatsoper di Vienna e nei principali teatri italiani. Nel 1970 venne insignita dal presidente della Repubblica Giuseppe Saragat Cavaliere al merito della Repubblica italiana per i meriti artistici. Roberti dette il concerto d'addio nel 1988.