L'Isis vuole lanciare "nuova fase" prendendo di mira Israele -3-

Ihr

Roma, 27 gen. (askanews) - Prima della sua sconfitta territoriale nel marzo 2019, l'organizzazione jihadista aveva amministrato un vasto "califfato" autoproclamato a cavallo tra Siria e Iraq, che contava fino a sette milioni di abitanti.

Sotto l'effetto delle operazioni militari combinate delle forze siriane e irachene sostenute dai rispettivi alleati, questo vasto territorio si è ridotto è stato progressivamente spazzato via dalla mappa. Ma l'Isis ha conservato una presenza significativa in Siria e in Iraq attorno all'Eufrate e nel deserto adiacente. Il gruppo ha anche diverse filiali in Africa e in Asia, che stanno ancora effettuando attacchi sanguinosi.