Lista Pd Milano per Sala: capilista Maran, Scavuzzo, Censi, Granelli

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 lug. (askanews) - La Direzione metropolitana ha approvato la lista dei primi 39 candidati del Partito Democratico alle amministrative di Milano a sostegno della ricandidatura di Beppe Sala: a guidare la lista sono Pierfrancesco Maran, Anna Scavuzzo, Lamberto Bertolé, Arianna Censi e Marco Granelli. Accanto ai nomi di consigliere e consiglieri uscenti, Alice Arienta, Filippo Barberis, Elena Buscemi, Simonetta D'Amico, Diana De Marchi, Roberta Osculati, Bruno Ceccarelli, Alessandro Giungi, Natascia Tosoni, Carmine Pacente, Beatrice Uguccioni, Rosario Pantaleo, Angelica Vasile, Angelo Turco, diverse new entries (con un'esperienza però nei Municipi) come Luca Costamagna, Federico Bottelli e Gaia Romani, la 25enne attivista per il clima dei Fridays for Future, Sarah Brizzolara e la 23enne Christina Pathiraja Mudalige milanese con genitori provenienti dallo Sri Lanka.

In una nota, i dem meneghini spiegando che oltre agli under-30 "sono tanti anche i volti della società civile, come Sonia Ribera e Enrico Fraschini, rispettivamente dottoressa del Niguarda e tecnico di radiologia al Monzino, che si faranno portavoci, in modo particolare, dei temi della salute". "C'è poi chi arriva dal mondo del volontariato e del terzo settore, come Valerio Pedroni e Davide Caocci, dal sindacato, come Tiziana Scalchi impegnata nelle lotte a difesa dei diritti del lavoro, o chi è espressione dell'imprenditoria come Domingo Borja, originario delle Filippine e in Italia da 36 anni" prosegue il comunicato, nel quale si evidenzia che in lista c'è anche "la prima donna transgender, Monica Romano, il responsabile Diritti del PD Milano e attivista per i diritti Lgbtq+, Michele Albiani, e l'attrice Dijana Pavlovic, tra le fondatrici e portavoce di 'Kethane - Rom e Sinti per l'Italia'". Con loro, in lista anche persone con un lunga "militanza politica e impegno istituzionale a diversi livelli": Stefano Bassi, Luigi Costanzo, Federico Ferri, Daniele Nahum, Silvestro Francesco Rivolta, Giuseppina Rosco.

"La forza della nostra lista, che una volta completata sarà ovviamente paritaria è data dal fatto che è espressione di un mondo plurale, una diversità che ha trovato unità nell'entusiasmo, nella passione e nella competenza di persone diverse, animate però dallo stesso sentimento: un grande amore per Milano" ha dichiarato la segretaria metropolitana del PD Milano, Silvia Roggiani, aggiungendo che "'Milano più di prima' è lo slogan che abbiamo scelto per esprimere, in modo semplice e diretto, cosa vogliamo fare in questi cinque anni".

"Oggi sappiamo che Milano è ferita, come lo sono tante e tanti cittadini, donne e uomini ai quali noi diciamo che non solo soli, che vogliamo essere al loro fianco e andare avanti per continuare a cambiare Milano" ha proseguito la segretaria del PD meneghino, sottolineando "vogliamo una città policentrica, da vivere a '15 minuti', dove ogni quartiere sia centrale, perché sia più vicina e capace di rispondere ai bisogni e ai desideri nuovi, ma senza rinunciare alla sua anima di metropoli solidale, aperta, inclusiva e internazionale". "Una città - ha concluso - che dovrà riprendere a correre, senza mai lasciare indietro chi ha più bisogno di maggiori attenzione e cura, i fragili, chi viene discriminato, le donne e i giovani".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli