Listeriosi, epidemia in Spagna. Allarme carne di maiale

Carne (REUTERS/Fabrizio Bensch)

È stato lanciato dal ministero della Salute di Madrid un allarme globale per un’epidemia di listeriosi che ha avuto origine dalla carne lavorata da un'azienda dell'Andalusia e ha causato un morto, 145 contagi confermati e 529 sospettati.

VIDEO - Gli antibiotici sono le sostanze più presenti sul cibo

Il ministero ha attivato i sistemi d'allerta e comunicazione con le autorità europee e l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), a causa "della possibilità che ulteriori casi vengano scoperti in altri Paesi", nel caso i turisti stranieri in visita abbiano contratto l'infezione consumando prodotti contaminati.

Cos’è la listeriosi

La listeriosi, dovuta generalmente all'ingestione di cibo contaminato, è un'infezione causata dal batterio Listeria monocytogenes e può causare gravi malattie come sepsi, meningite ed encefalite. Questa infezione può assumere diverse forme cliniche, dalla gastroenterite acuta febbrile più tipica delle tossinfezioni alimentari, che si manifesta nel giro di poche ore dall'ingestione, a quella invasiva o sistemica. L’infezione causa in individui in salute sintomi leggeri come problemi digestivi e febbre, mentre a rischio sono anziani, feti e neonati, e individui il cui sistema immunitario sia compromesso.

Polemica in Spagna

Le autorità dell'Andalusia già il 9 agosto avevano ricevuto l'esito "altamente positivo" di alcuni test sulla presenza del batterio, ma non sono intervenuti se non dopo molti giorni, e ciò ha fatto scattare la polemica in Spagna. Il ministero della salute spagnolo intende indagare sulla vicenda, mentre autorità regionali e locali si accusano a vicenda, chiamando in causa anche i laboratori d'analisi.

Il municipio di Siviglia ha bloccato la produzione nella fabbrica da cui ha avuto origine l’epidemia, l’impresa Magrudis, e mercoledì 14 agosto il governo andaluso ha ordinato il ritiro dal mercato di tutti i prodotti dell’azienda.

Le vittime

Le vittime dell’epidemia si sono concentrate in Andalusia: 132 persone coinvolte su 145 nella nazione si trovano proprio nella regione. 53 delle persone colpite sono state ricoverate in ospedale, tra cui una donna incinta e tre in terapia intensiva. A perdere la vita è stata una donna di 90 anni, che era stata ricoverata il 15 agosto ed è morta cinque giorni dopo.

Sinora, secondo quanto riporta El Paìs, fuori dalla Spagna non sono stati registrati possibili contagi.