L'Italia che riapre allo sport

·2 minuto per la lettura

Una visita significativa da parte di ASI Nazionale, con il suo Presidente Claudio Barbaro, al centro Pinguino Village di Avezzano, uno dei più importanti impianti sportivi privati della Regione Abruzzo ed è il più importante tra di essi della Provincia de L'Aquila. È tra i primi centri, le cui utenze sono ambientalmente sostenibili attraverso la tecnologia fotovoltaica. Ed in più la sua riapertura è un segnale di ripartenza importante per la Regione e per lo sport in tutta Italia.

(IIl Delegato ASI Nuoto Abruzzo e Direttore Tecnico del centro, Nazzareno Di Matteo, mostra gli impianti al nostro Presidente Barbaro e ad Andrea Pambianchi, Presidente Nazionale di Ciwas)

Con Barbaro sono intervenuti il Presidente nazionale CIWAS, Andrea Pambianchi, il Direttore Tecnico del centro e Delegato ASI Nuoto Abruzzo, Nazzareno Di Matteo, il Vicepresidente ASI Abruzzo Luigi Spina e, in rappresentanza del Comune di Avezzano, Nello Simonelli per discutere delle problematiche relative allo sport di base che sta riprendendo le sue attività tra coraggio e difficoltà del momento. Presente anche il presidente ASI L’Aquila, Gianluca Ranieri.

Al centro del dibattito i bonus per i collaboratori, il fondo perduto alle associazioni sportive e le iniziative da intraprendere per sostenere gli imprenditori dello sport di fronte agli ingenti costi per la gestione degli impianti.

Oggi, un giorno di festa e di riflessione

"Il momento che abbiamo tutti vissuto è stato terribile. Purtroppo la scarsa sensibilità che si ha nel Paese nei confronti dello Sport, non ha aiutato il nostro comparto", ha spiegato Claudio Barbaro. "Lo Sport non è stato considerato dal Governo come una risorsa ma come un problema. Questo ha prodotto disaffezione da parte della cittadinanza che andrà riabituata al rapporto con le attività sportive. E ha prodotto danni economici enormi anche per tante associazioni che hanno chiuso i battenti e non sanno se potranno ripartire, così come per gli impianti in sofferenza. Una parentesi proprio sui centri che erogano sport: i nostri operatori hanno fatto il massimo per metterli in sicurezza ed è dimostrato che la diffusione del contagio, con le prescrizioni adottate, è stata una delle più basse che si siano riscontrate rispetto a ogni altro contesto pubblico e sociale. Speriamo che all'interno del Parlamento questa crescente sensibilità, frutto di tante battaglie, possa produrre risultati superiori e noi ci stiamo battendo quotidianamente perchè questo accada. Quanto fatto fino ad oggi, senza utilizzare mezzi termini, è stato deludento e inadeguato. Vediamo cosa accadrà nel prossimo futuro.

Noi siamo quì non per recriminare, però. Ma per festeggiare, un ritorno sia pur progressivo e ancora timido alla normalità. Oggi è un giorno di festa e di riflessione. Ci ospita un impianto bellissimo".

Leggi la news sul sito Asi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli