L'Italia, il Paese dei vaccinati: così la stampa estera racconta la nostra campagna vaccinale

·3 minuto per la lettura
- (Photo: KONTROLAB via KONTROLAB/LightRocket via Getty )
- (Photo: KONTROLAB via KONTROLAB/LightRocket via Getty )

Le lodi sono arrivate perfino da Anthony Fauci, capo consigliere medico del Presidente degli Stati Uniti per l’emergenza Covid. “L’Italia è un esempio per il mondo, sta facendo meglio degli Usa per i vaccini anti-Covid” ha detto il virologo negli scorsi giorni da Villa Firenze, residenza dell’ambasciatrice italiana a Washington, promuovendo il nostro Paese per la gestione della pandemia. In particolare, Fauci si è concentrato sulla percentuale di persone completamente vaccinate sopra i 12 anni: il nostro 75% contro il 54% degli Usa (63% con almeno una dose). “L’Italia è stata uno dei Paesi colpiti più severamente dal Covid-19 e da voi abbiamo imparato molto, acquisito dati e analisi preziose”, ha aggiunto.

Il volto della scienza americana si unisce alle voci della stampa estera, che da mesi evidenziano la buona riuscita della campagna vaccinale nostrana. Già a fine luglio, il Guardian scriveva: “Il premier Draghi ha affermato che l’economia italiana sta migliorando insieme a un programma di vaccinazione accelerato, che ha portato a un calo significativo del numero di decessi e ricoveri legati al Covid da quando il paese ha iniziato ad allentare le restrizioni alla fine di aprile. ‘Ma la variante Delta è minacciosa. Si diffonde molto più rapidamente rispetto ad altre varianti’, ha detto Draghi, ‘Invito tutti gli italiani a vaccinarsi e a farlo subito. Senza vaccinazioni bisognerebbe chiudere di nuovo tutto’”.

“Italia e Francia vedono un aumento delle vaccinazioni nonostante la resistenza al ‘pass sanitario’ Covid-19” commentava fiduciosa la testata France24 con riferimento ai No Green Pass, che quest’estate sono scesi nelle piazze italiane e in quelle d’oltralpe per opporsi alla certificazione verde. Proteste che non sembrano aver intaccato l’andamento della campagna vaccinale. “Dall’inizio del suo mandato a febbraio, il primo ministro italiano, Mario Draghi, ha intensificato la campagna di vaccinazione del paese, rendendola una delle massime priorità del governo e spingendo tutti gli italiani a farsi vaccinare”, ha scritto qualche giorno fa il New York Times in un articolo che approfondisce il tema dell’estensione del Green pass ai lavoratori del settore pubblico e privato a partire dal 15 ottobre.

Introducendo lo stesso tema, la BBC commenta che “le misure sono le prime in Europa e tra le più severe al mondo [...] Il provvedimento mira a potenziare le vaccinazioni in un Paese gravemente colpito dal virus”. “Nonostante una forte minoranza contraria alla vaccinazione, gli italiani hanno ampiamente sostenuto la campagna di vaccinazione del governo”, scrive il network britannico.

Se questi sono solo alcuni degli articoli dedicati all’andamento della campagna vaccinale nazionale, vale la pena ricordare il titolo riservato da Politico ad una Regione italiana distintasi per ritmo e andamento delle immunizzazioni. “Il miracolo Lazio: come ha fatto Roma a vincere la sfida delle vaccinazioni”, si leggeva nel mese di aprile 2021 sulla testata.

Resoconti della campagna vaccinale continuano a giungere dall’estero mentre il commissario straordinario per l’emergenza sanitaria Covid-19, il generale Francesco Paolo Figliuolo, ha da poco annunciato che “siamo a oltre 41 milioni e 270mila di persone completamente vaccinate, il 76,3% della platea dei vaccinabili”. ″È davvero un ottimo risultato - ha commentato Figliuolo - si può fare sempre meglio, questo è ovvio, ma se ci fermassimo alle prime somministrazioni ad oggi arriveremmo all’82%“. Il commissario ha inoltre precisato che “noi non ci fermiamo, andiamo avanti, dal 20 settembre stiamo facendo le dosi aggiuntive per gli ‘immunocompromessi’ e, quando avremo il via libera da parte del Cts, partiremo con gli ospiti delle Rsa, i grandi anziani, gli over 80, il personale sanitario. Sono loro la ‘prima linea’, che va assolutamente difesa”.

Figliuolo ha concluso con un nuovo appello alla vaccinazione: “Col vaccino si possono decongestionare gli ospedali, non solo i reparti Covid, e si può ripartire con le normali attività”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli