L'Italia nella nuova mappa Ue delle zone a rischio Covid

·2 minuto per la lettura
Mappa Ue
Mappa Ue

Nella nuova mappa Ue delle zone a rischio Covid l’Italia è tutta arancione, con nove regioni in verde e la Basilicata in rosso.

Nuova mappa Ue delle zone a rischio Covid: l’aggiornamento

Nella giornata di oggi, giovedì 7 ottobre, è stato pubblicato dall’Ecdc il nuovo aggiornamento della mappa di rischio delle Regioni europee. L’Italia è in miglioramento, con 9 regioni in verde e solo una in rossa. Per il resto si conferma in arancione. Le regioni in verde sono Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Molise, Liguria, Marche, Sardegna, Umbria e la provincia autonoma di Trento, mentre quella in rosso è la Basilicata. La situazione sta migliorando per l’Italia, soprattutto rispetto ad altre parti dell’Unione Europea. La situazione è ancora critica nel centro della Spagna, in Grecia, in Irlanda, in Slovenia, in Croazia e in Germania. I colori assumono importanza per le eventuali limitazioni alla circolazione.

Nuova mappa Ue delle zone a rischio Covid: le limitazioni

La Commissione ha proposto ai singoli stati di decidere di introdurre limitazioni indipendentemente dal green pass basandosi sui colori della mappa Ecdc. Non ci saranno limitazioni per chi proviene dalle zone verdi, mentre potrebbe esserci l’obbligo di tampone per chi proviene dalle zone arancioni. Per quanto riguarda chi proviene dalle zone rosse potrebbe esserci l’obbligo di quarantena in mancanza di test alla partenza, mentre sono da evitare se non essenziali tutti i viaggi con provenienza dalle zone rosso scuro.

Nuova mappa Ue delle zone a rischio Covid: i colori

Le aree vengono contrassegnate con vari colori. Le zone sono verdi se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è inferiore al 4% oppure se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 75 e il tasso di positività al test inferiore all’1%. Le zone diventano arancioni se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è pari o inferiore al 4%, se il tasso di notifica a 14 giorni è pari o superiore a 50 e inferiore a 75 e il tasso di positività al test è pari o superiore all’1% oppure se il tasso di notifica a 14 giorni è compreso tra 75 e 200 e il tasso di positività al test è inferiore al 4%. Le aree sono rosse se il tasso di notifica a 14 giorni va da 75 a 200 e il tasso di positività al test è del 4% o più, oppure se il tasso a 14 giorni è superiore a 200 ma inferiore a 500. Il colore rosso scuro significa che il tasso a 14 giorni è di 500 o più-

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli