L'italvolley torna in patria vittoriosa. Mattarella: "Serata indimenticabile"

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto i campioni della nazionale di pallavolo che domenica sera hanno conquistato il titolo mondiale sul campo di Katowice, contro la Polonia.

Il Capo dello Stato si è congratulato per il rispetto dell'avversario e la correttezza riconosciuta dai quattordici atleti alla "sportivissima Polonia", e si è poi complimentato con il commissario tecnico De Giorgi (vincitore di tutti e quattro i titoli mondiale di pallavolo conquistati dall'italvolley, tre da giocatori e uno appunto da allenatore). "La sua tranquillità ha certamente contribuito a dare serenità alla squadra", ha detto Mattarella al tecnico pugliese, che ha auspicato lo stesso risultato "per le sorelle italiane", che disputeranno il mondiale dal 23 settembre.

L'ironia di Draghi

Ricevuti dal presidente del Consiglio Mario Draghi, i ragazzi si sono resi protagonisti anche di una battuta del premier. "Non siete soltanto dei professionisti, ma siete dei grandissimi campioni: in passato ho scherzato sul fatto che, all'inizio in questo governo, l'Italia vinceva di tutto, vinceva medaglie d'oro alle Olimpiadi, gli Europei di calcio di pallavolo, l'Eurovision e anche il premio Nobel per la Fisica", ha ironizzato Draghi. "Poi questo momento magico si era poi affievolito, con una serie di delusioni in campo sportivo e voi insieme alle atlete e gli atleti che hanno trionfato agli europei di Roma di nuoto, avete interrotto questo momento negativo", ha continuato il capo del governo.

L'impresa iridata mancava all'italvolley maschile da 24 anni ed è arrivata dopo una finale vinta per 3 set a 1. dei 14 atleti convocati da mister De giorgi per la spedizione polacca erano esordienti assoluti ai mondiali. L'età media della squadra era di 24 anni. Ora nel mirino ci sono le Olimpiadi di Parigi 2024.