Lite a colpi di martello, uomo in fin di vita

webinfo@adnkronos.com

Un uomo di 41 anni è in fin di vita dopo una lite a colpi di martello avvenuta in un'abitazione di Montecompatri, in provincia di Roma. Sul posto ieri mattina verso le 6 sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Frascati. Il ferito è un uomo del posto che la sera prima aveva chiesto ospitalità a una coppia che vive nell'appartamento di via Intreccialagli.  

Aveva bevuto e probabilmente perso al gioco. Sarebbero queste le motivazioni che avrebbero spinto l'uomo di 41 anni di Monte Compatri, ora in gravi condizioni, ad aggredire in un raptus, un amico al quale la sera prima si era rivolto per chiedere ospitalità. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati stanno indagando per ricostruire quanto accaduto e si attendono anche gli esami di laboratorio.  

Dai primi rilievi sarebbe emerso che il 41enne, che era in un grave stato di agitazione, avrebbe aggredito l'amico con un martello. L'amico si sarebbe a sua volta difeso innescando una colluttazione, che si sarebbe poi conclusa con la caduta a terra del 41enne. Non è chiaro se il proprietario di casa, che al momento è stato denunciato per tentato omicidio, lo abbia colpito a sua volta con il martello. La compagna dell'uomo che era in casa ieri mattina è rimasta illesa. 

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno trovato il 41enne riverso sul pavimento privo di sensi, con una vistosa ferita alla testa. La ferita potrebbe essere compatibile con una caduta. In casa c'erano inoltre il proprietario di casa, un 40enne con evidenti ferite alla testa e la compagna 41enne rimasta illesa. Da una prima ricostruzione, l'uomo trovato privo di sensi, la sera prima, in stato di agitazione, aveva chiesto ospitalità alla coppia e il mattino seguente ha litigato con il padrone di casa per cause ancora in corso di accertamento. 

L'uomo trovato privo di sensi è stato trasportato dal 118 prima al pronto soccorso di Frascati e successivamente al Policlinico Umberto I di Roma, in prognosi riservata e in pericolo di vita. Anche il proprietario di casa è stato accompagnato all’ospedale di Frascati, dove è stato dichiarato guaribile in giorni 15 per trauma cranico. I carabinieri hanno effettuato un attento sopralluogo teso a ricostruire quanto accaduto all’interno dell’appartamento che è stato sequestrato insieme a un martello che sarebbe stato utilizzato nella lite.