Lite con ferito in bar del Napoletano: 4 giovani ai domiciliari

Psc

Napoli, 22 nov. (askanews) - Quattro persone, d'età compresa tra i 19 e i 26 anni, sono finite agli arresti domiciliari in seguito alle indagini avviate dopo una lite, scoppiata per futili motivi, all'interno e all'esterno di un bar di Sant'Antimo, in provincia di Napoli. Le investigazioni, condotte dai carabinieri della locale Tenenza e coordinate dalla procura di Napoli Nord, hanno fatto luce su quanto accaduto il 23 giugno 2019 nella rissa durante la quale uno degli indagati subì gravi lesioni tali da rendere necessario il suo trasporto presso l'ospedale Moscati di Aversa dove fu sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Le attività investigative, svolte anche attraverso l'acquisizione delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza, l'ascolto di testimoni e l'analisi dei profili social degli indagati, hanno consentito di ricostruire, secondo l'ipotesi accusatoria, la dinamica di quanto avvenuto. La lite iniziò all'interno del locale e proseguì poi all'esterno del bar e si concluse con il ferimento con un'arma da taglio di uno dei partecipanti. I giovani finiti ai domiciliari sono ritenuti responsabili di rissa aggravata e, a due di loro, viene contestato anche il tentato omicidio aggravato.