Lite per rumore: due amici aggrediti a colpi di bottiglie e coltelli

lite per rumore

Nella notte fra lunedì 26 e martedì 27 agosto in zona Forlanini a Milano è andata in scena una lite per rumore sulla strada. Un uomo, residente in via degli Umiliati, avrebbe minacciato dal balcone i due amici che si erano fermati a chiacchierare sotto le sue finestre a tarda notte. Dopo aver aggredito verbalmente gli uomini, però, è sceso in strada ed è passato all’azione. Calci, pugni, colpi di bottiglie e coltelli: i due sudamericani ne sono usciti feriti. Vediamo cosa è successo.

Milano, lite per rumore sotto casa

In piena notte, intorno alle 00:30, due amici di 28 e 48 anni si erano fermati a chiacchierare animatamente in via degli Umiliani, in zona Forlanini a Milano. Tenendo tono probabilmente troppo alti hanno disturbato un residente che tentava di prendere sonno. L’uomo si sarebbe affacciato al balcone chiedendo rispetto e silenzio, ma poi avrebbe perso la pazienza e sarebbe sceso in strada per passare all’azione. Le minacce verbali, infatti, non sono bastata a zittire i due amici di El Salvador e dell’Ecuador. Sulla strada è andata in scena una vera e propria lite per rumore. Il residente avrebbe aggredito l’ecuadoriano a calci e pugni, mentre l’amico tentava di difenderlo. Poi, l’aggressore avrebbe rotto una bottiglia sulla testa del brasiliano e con un coltello gli avrebbe inferto una ferita alla mano. Una volta terminato lo scontro, il residente avrebbe abbandonato i feriti a terra e sarebbe sparito facendo perdere le sue tracce. La polizia, però, è risalita al suo nome. Infine, i due amici sudamericani sono stati medicati sul luogo dell’aggressione e portati in ospedale. Non sono in pericolo di vita.