Lite tra tifosi alla partita di calcetto, morto dopo 3 coltellate

·1 minuto per la lettura

AGI - È stato colpito da tre coltellate, di cui una fatale al cuore, Adrian Yparraguirre Silva, il 38enne aggredito nel tardo pomeriggio di sabato al campo sportivo di via del Ricordo a Milano e morto poi all'ospedale Niguarda. La vittima originaria del Perù insieme a diversi connazionali stava assistendo alla semifinale di un torneo di calcio a 5 denominato "Superleague" organizzato e pubblicizzato sui social dalla comunità del paese sudamericano.

Stando a quanto ricostruito finora dai poliziotti della Squadra mobile, diretta dal dirigente Marco Calì, intorno alle 18.40 sarebbe scoppiata fuori dal campo una discussione per questioni di tifo tra il 38enne e un gruppetto di altre 4-5 persone.

Da una parte i tifosi del Club Universitario de Deportes, tra cui Yparraguirre Silva, e dall'altra i rivali calcistici del Club Alianza Lima. Probabilmente anche per l'abuso di alcol dei contendenti la lite è degenerata al punto che all'improvviso uno dei partecipanti ha sferrato tre fendenti contro il 38enne che si è accasciato subito a terra. Sono quasi una trentina le persone sentite dagli investigatori che, coordinati dal pm di turno Marina Petruzzella, sono al lavoro per identificare e rintracciare l'aggressore e gli eventuali complici. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli