Litiga con fidanzato, esce e viene travolta da un'auto: ubriaco il 23enne alla guida

Suv travolge e uccide una studentessa di 22 anni: il 23enne alla guida era ubriaco (Foto Facebook)
Suv travolge e uccide una studentessa di 22 anni: il 23enne alla guida era ubriaco (Foto Facebook)

Nella notte di Halloween un suv travolge e uccide una studentessa a Pieve del Grappa (Treviso). Aveva solo 22 anni Miriam Ciobanu. La giovane stava camminando sul ciglio della strada. Alla guida dell'auto che l'ha investita c'era un 23enne ubriaco.

VIDEO - Dervio, giovane ubriaco si stende in mezzo alla strada e poi finisce con l’auto contro un albero. Il video della bravata che poteva costargli la vita

L'Italia intera si è unita al dolore dei familiari di Francesco Valdiserri, il 18enne travolto e ucciso a Roma da una ragazza ubriaca. Sono passate solo poche settimane e un'altra tragica notizia arriva dalla provincia di Treviso.

LEGGI ANCHE: Da Meloni a Letta, i politici al funerale di Francesco Valdiserri

Una ragazza di soli 22 anni è stata uccisa da un suv che l'ha investita mentre camminava. Al termine dei rilievi eseguiti dai carabinieri, un 23enne è stato arrestato per omicidio stradale. Il giovane stava rientrando a casa da una festa ed è risultato positivo ad alcol e stupefacenti.

Erano circa le 4.30 del mattino quando l'Audi S3 guidata dal 23enne ha travolto la studentessa universitaria. E' stato un impatto violentissimo. L'automobilista avrebbe detto di essersela trovata all'improvviso sulla carreggiata e non essere riuscito a evitarla. Il giovane stava rientrando a casa, a San Zenone (Treviso), dopo aver trascorso la serata a una festa.

LEGGI ANCHE: Parla Niccolò, l'amico del ragazzo travolto e ucciso sul marciapiede della Cristoforo Colombo a Roma

Originaria della provincia di Udine, la ragazza da qualche anno abitava nel trevigiano, a Fonte. Nello schianto, è finita prima sul cofano, poi sul parabrezza, sfondandolo, ed è stata catapultata molti metri in avanti. I soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che costatarne la morte. Ferito e in stato di shock, il giovane conducente dell'Audi è stato portato in ospedale per le prime cure e gli accertamenti sul suo stato psico-fisico.

Pare che Miriam fosse uscita a fare una passeggiata dopo aver litigato con il fidanzato. I due avevano trascorso insieme parte della notte. Poi sarebbe scoppiato un forte litigio e così Miriam avrebbe deciso di andarsene, tornando a casa a casa a piedi. Nel cuore della notte si trovava così in un punto della strada senza marciapiede né illuminazione.

Solo poche ore prima, intorno alla mezzanotte, avrebbe chiamato il papà per rassicurarlo, dargli la buonanotte e un appuntamento per il giorno dopo a pranzo. Tuttavia, dopo il litigio avuto con il fidanzato, sembrerebbe che la giovane abbia provato a richiamare il padre, il quale non avrebbe sentito la chiamata. A quel punto Miriam sarebbe uscita a piedi da sola. Solo nella provincia trevigiana, sono 56 i morti in scontri automobilistici dall'inizio dell'anno.