Lituania grazia a 2 spie russe, Mosca prenderà "misure reciproche"

Fth

Roma, 15 nov. (askanews) - Mosca prenderà "misure reciproche" dopo la grazia concessa oggi dal presidente lituano a due russi condannati nel 2017 per spionaggio. Lo ha detto il direttore dei servizi di intelligence stranieri russi (SVR).

"Secondo le mie informazioni, si tratterà di misure reciproche", ha dichiarato Sergei Naryshkin, citato dalle agenzie di stampa russe, rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto quale sarebbe stata la reazione russa a questo perdono presidenziale.

Almeno un lituano è attualmente detenuto in Russia per "spionaggio", così come un norvegese il cui nome è stato menzionato in relazione a un possibile scambio di 007.