Live Cinema Festival 2021: a Roma quattro giorni di arte digitale

·3 minuto per la lettura
live cinema festival 2021 (Photo: live cinema festival)
live cinema festival 2021 (Photo: live cinema festival)

Un festival che da sempre si lancia all’avanscoperta dei linguaggi artistici digitali più innovativi e capaci di restituire la complessità del contemporaneo: anche quest’anno ‌‌Live‌ ‌Cinema‌ ‌Festivalsi presenta come un‌ ‌evento‌ ‌unico‌ ‌nel‌ ‌suo‌ ‌genere‌ ‌a‌ ‌livello‌ ‌internazionale‌.Una manifestazione, arrivata alla sua ottava edizione, che fa per tre giorni di Roma la capitale dell’arte digitale, ospitando le più innovative performance livedi spettacoli audio-visual, dove suono, immagini, spazio e lo stesso pubblico costituiscono un unicum indivisibile. Più di dieci nazioni coinvolte, venti artisti, live cinema performance, talk, screening, installazioni A/V, workshop e simposi, saranno il cuore del festival anche in questa nuova edizione.

Dal 23 al 26 settembre (qui il calendario completo), con la direzione artistica di Claudio Guerrieri, Live Cinema Festival 2021 aprirà quest’anno le porte di una prestigiosa location: Palazzo Brancaccio. La città eterna vedrà restituirsi uno dei maggiori palazzi storici, trasformato in un polo multidisciplinare internazionale grazie al sodalizio tra Contemporary Cluster e Spazio Field. Dal 23 al 26 settembre Live Cinema Festival, forte di un allestimento speciale, sarà il primo evento ad inaugurare i nuovi spazi.

Live‌ ‌Cinema‌ ‌Festival‌ ‌non‌ ‌è‌ ‌una‌ ‌rassegna‌ ‌cinematografica,‌ ‌ma‌ ‌una‌ ‌manifestazione‌ ‌incentrata‌ ‌su‌ ‌innovative‌ ‌performance‌ ‌di‌ ‌spettacoli‌ ‌audio-video‌ dal‌ ‌vivo‌ ‌che‌ ‌indaga‌ ‌e‌ ‌‌promuove‌ ‌tutti‌ ‌i‌ ‌fenomeni‌ ‌artistici‌ ‌a cui‌ ‌si‌ ‌attribuisce‌ ‌il‌ ‌termine‌ “Live‌ ‌Cinema”. Il Live Cinema è la‌ ‌tecnica‌ ‌narrativa‌ ‌sperimentale‌ ‌applicata‌ ‌al‌ ‌video‌ ‌performativo,‌ ‌che‌ ‌dà‌ ‌vita‌ ‌alla‌ ‌creazione‌ ‌simultanea‌ ‌di‌ ‌suoni‌ ‌e‌ ‌immagini‌ ‌in‌ ‌tempo‌ ‌reale‌, e che‌ ‌si‌ ‌traduce‌ ‌in‌ ‌spettacoli ‌immersivi ‌che‌ ‌infrangono‌ ‌definitivamente‌ ‌le‌ ‌regole‌ ‌della‌ ‌narrazione‌ ‌tradizionale,‌ ‌mirando‌ ‌a‌ ‌comunicare‌ ‌e‌ ‌suscitare‌ ‌sensazioni‌ ‌ed‌ ‌emozioni‌ ‌favorendo‌ ‌la‌ ‌“contaminazione”‌ ‌dei‌ ‌sensi‌ ‌nella‌ ‌percezione.‌ ‌

Portavoce‌ ‌di‌ ‌questa‌ ‌missione‌ ‌saranno‌ ‌‌artisti‌ ‌provenienti‌ ‌da‌ ‌ogni‌ ‌parte‌ ‌del‌ ‌mondo, le cui performance tendono ad esplorare temi legati al sociale, ai nuovi media, ma anche a concetti più introspettivi, che emergono sullo schermo in una veste nuova, permeata di nuovi linguaggi e nuovi significati.

Si inaugura giovedì 23 settembre con una punta di diamante, la finlandese media artist e pioniera del Live Cinema, Mia Makela, che aprirà il festival con una lecture che ci porterà in un viaggio senza tempo nel mondo dell’audio-visual art: “In The Beginning There Was Light”. Dopo di lei, l’inaugurazione delle due installazioni A/V che introdurranno i live show, tra cui “Okular” di Herman Kolgen (Canada), acclamato artista multidisciplinare con più di tre decenni di esperienza nella media-art, il cui lavoro presentato a LCF è parte di un’anteprima mondiale di un suo solo show in Corea, e Benjamin Bardou (Francia) che presenta “Megalopolis”.

Le prima live performance in programma vedrà, in anteprima italiana, uno dei progetti europei più interessanti in circolazione, NIVVA: dalla Repubblica Ceca, programmato dagli artisti Peter Osko e Eva Urbanova, NIVVA è un avatar digitale in grado di suonare, danzare e cantare, la cui performance “VR Fail”, al ritmo di musica pop diretta e visionaria, riflette sul futuro dell’Intelligenza Artificiale e sull’onnipresenza degli algoritmi nelle nostre vite. Anteprima internazionale per “Latentscape”, il nuovo lavoro di Franz Rosati, musicista, artista digitale e docente, tra i più riconosciuti in Italia nel campo delle performance audiovisive, che presenterà il suo nuovo progetto di media-art, che descrive l’esplorazione di paesaggi e territori virtuali, le cui mappe vengono generate da diversi processi di Machine Learning.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli