Live-Non è la D’Urso, Cruciani alla Argento: “Non hai subito violenza”

Giuseppe Cruciani contro Asia Argento

Ospiti degli studi di Live-Non è la D’Urso, Vladimir Luxuria e Asia Argento si sono trovate dalla stessa parte per rispondere alle accuse o ai complimenti dei cinque sferati, primo fra tutti Giuseppe Cruciani.

Giuseppe Cruciani contro Asia Argento

Il primo a premere il tasto rosso per intervenire è stato lui, che ha esordito definendo Vladimir Luxuria un’ipocrita con riferimento alle sue dichiarazioni in merito alla presunta violenza sessuale di cui sarebbe stata vittima Asia Argento. Commentando la sua denuncia a Weinstein, la Luxuria aveva infatti affermato che l’attrice “prima ha acconsentito e poi si è pentita“, salvo poi scriverle una lunga lettera di scuse.

Cruciani è passato quindi a rivolgersi direttamente ad Asia, dicendole che non è stata vittima di violenza. Immediata la reazione dell’attrice, che ha ricordato come il regista da lei accusato a breve potrebbe essere condannato all’ergastolo per violenza sessuale.”Sì ma non per quella che ha fatto a te!“, l’ha incalzata il giornalista. Asia ha controbattuto affermando che dalla sua denuncia sono arrivate quelle di tutte le altre donne che sono state sue vitime. Ha poi aggiunto che, se potesse tornare indietro, non sa se rifarebbe quel gesto “con della gente come voi” e che non avrebbe sputato in faccia all’accusatore solo perché romano e simpatico.

Cruciani ha quindi sostenuto che, se quel rapporto c’è stato, lei avrebbe potuto rifiutarsi di subirlo e rinunciare a pezzi di carriera. Dichiarazioni di fronte alle quali la Argento ha sbottato, alzandosi in piedi e urlando: “Mi stai sputando contro una violenza che ha cambiato la mia vita, Giuliani Cruciani o come ca*zo ti chiami“. Per poi continuare chiedendogli come si possa fare a dire no alla violenza di un uomo “che ti butta per terra e ti apre le gambe“.

Nel dibattito è intervenuta anche Vladimir Luxuria, anch’essa alzatasi in piedi per invitare l’uomo a vergognarsi di ciò che stava dicendo.