“The Living Farming Tree”, tecnologia Nasa per piante senza acqua

·1 minuto per la lettura
featured 1560813
featured 1560813

Milano, 12 gen. (askanews) – Natura e tecnologia insieme in nome del benessere e contro lo spreco di acqua. Si chiama “The Living Farming Tree” il progetto di agricoltura verticale negli spazi interni sviluppato dalla start up italiana Hexagro.

“Lavoriamo con la tecnologia IoT e di alta pressione aeroponica, senza terra né acqua per la coltivazione delle piante. Abbiamo la nebulizzazione di acque nutrienti che va direttamente sulle radici delle piante. Consumiamo il 98 per cento in meno di acqua rispetto alla coltivazione tradizionale e soprattutto possiamo coltivare in quasiasi periodo e in qualunque stagione quello che ci piace”: Alessandro Grampa, Lead Business Develeopment di Hexagro, ha presentato il prodotto all’ultimo Ces 2022 di Las Vegas, la fiera della tecnologia più importante del mondo. Con “The Living Farming Tree” le piante crescono fino a 5 volte più velocemente e con un contenuto di nutrienti fino al 150% superiore ai prodotti tradizionali. D’altronde questa tecnologia, come ha spiegato Grampa, è stata sviluppata con un obiettivo ben preciso.

“La tecnologia a livello agronomico è stata sviluppata dalla Nasa negli anni ’80 per produrre cibo su altri pianeti. Noi l’abbiamo semplificata e portata a livello commerciale: il box per una stazione spaziale costa 100mila euro e non può essere accessibile a tutti. Finora abbiamo lavorato nel mondo degli spazi commerciali, quindi non solo casa ma portare benessere attraverso la produzione di erbe fresche, erbe officinali negli uffici e negli hotel”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli