Livorno: autopsia su donna morta gridando aiuto, no segni violenza

Livorno, 21 giu. - (Adnkronos) - Non ci sono segni di violenza sul corpo di Silvia Mannini, la 40enne trovata morta lunedi' scorso al quarto piano di un palazzo, sulle scale, a Livorno, dopo aver chiesto aiuto perche' diceva che qualcuno la inseguiva e voleva ucciderla. E' quanto emerge dagli esami autoptici iniziati oggi sulla salma della donna.

Silvia Mannini era tossicodipendente, in cura al Sert, e nella sua borsa vennero trovate tre siringhe di cui una usata, e un laccio emostatico. L'ipotesi degli inquirenti e' che la richiesta di aiuto fosse un effetto di allucinazioni prodotte dalla droga. Per chiarire definitivamente le cause del decesso, occorrera' attendere i risultati dei test tossicologici, che non saranno disponibili prima di alcune settimane.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno