Livorno, botte e umiliazioni a due anziani: allontanata badante

Xfi

Firenze, 14 nov. (askanews) - La polizia di Livorno, su mandato della Procura, ha emesso un provvedimento di allontanamento nei confronti di una badante, di 60 anni, di nazionalità rumena, per maltrattamenti a due anziani. La donna che era incaricata di fornire assistenza a due anziani coniugi incapaci di badare a loro stessi, a lei affidati per vigilanza e custodia, è accusata di essersi approfittata delle loro condizioni e di aver abusato di relazioni di prestazioni d'opera e di ospitalita'.

In particolare verso l'anziana, la badante, secondo gli inquirenti, poneva in essere maltrattamenti fisici e psicologici. Dopo una prima segnalazione, sono state installate telecamere all'interno dell'appartamento dei due anziani, che hanno permesso di acclarare le pesanti condotte maltrattanti poste in essere dalla badante di origine rumena che da oltre due anni accudiva i due coniugi privi di parenti che potessero prendersi cura di loro.

Le condotte della badante finivano per mortificare la vittima, e consistevano in continue sgridate, rimproveri e violenze fisiche, umiliazioni, spinte, sputi, tirate di capelli, schiaffi, pugni, offese avvilenti, sotto gli occhi del marito infermo, che terrorizzato, non era in grado di porre in essere alcuna reazione, rimanendo in silenzio per paura di ritorsioni anche nei suoi confronti e costringendolo a sentire ed a vedere tutto cio' che veniva fatto alla moglie disabile, conscio di non poter fare niente, e sapendo altresi' che senza l'aiuto della badante non poteva accudire ne' la moglie, ne' tanto meno se stesso.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità