Livorno, cadavere di una donna trovato nel fosso in un sacco a pelo

livorno cadavere donna fosso

Una scoperta davvero macabra quella accaduta nella zona di Riotorto, tra a Venturina e Piombino, comuni in provincia di Livorno. Il corpo senza vita di una donna è stato ritrovato in una scannafosso che costeggia la vecchia Aurelia. Ad individuare il cadavere, le forze dell’ordine, le quali hanno notato come la salma si trovava avvolta in un sacco a pelo.

Stando a quanto riportato dal sito fanpage.it, i militari hanno subito avvertito il pubblico magistrato e fatto scattare le indagini. Sul posto è poi intervenuto il medico legale per effettuare un esame esterno del corpo. La speranza è quella di poter risalire all’identità della donna e stabilire le esatte cause del decesso. Al momento tutto è avvolto nel mistero.

Livorno, cadavere di una donna trovato nel fosso

Le informazioni risultano, in questa prima fase delle indagini, poche e confuse. Tuttavia, in base ad una prima analisi degli esperti, il decesso risalirebbe a circa sette giorni prima dal ritrovamento. Il cadavere, infatti, presenterebbe già segni di decomposizione avanzata. Inoltre, potrebbe trattarsi di una giovane donna e non sarebbero stati trovati segni evidenti di violenza.

La scoperta del corpo, infine, sarebbe avvenuta in modo del tutto casuale. Un incidente stradale, avvenuto durante la notte tra venerdì 2 e sabato 3 Agosto, nel tratto dell’Aurelia che costeggia il fosso ha reso possibile il ritrovamento del cadavere. Durante la pulizia dei detriti lasciati dallo scontro e, in seguito ai rilievi del caso, le forze dell’ordine presenti hanno notato il sacco a pelo, nascosto tra la vegetazione. Solitamente quella zona è poco frequentata.