Livorno, sale su vagone del treno, fulminato da alta tensione per una foto

Ll ragazzo ha urtato inavvertitamente i cavi aerei dell’alta tensione, rimanendo folgorato dalla linea elettrica sovrastante un locomotore e morendo all’istante. (Credits – Facebook)

Una nuova bravata, forse motivata dalla voglia di fare una fotografia ‘estrema’ con lo smartphone, è costata la vita a un ragazzo di 18 anni. Il diciottenne romano è morto la notte scorsa a Livorno attorno alle due di notte e a nulla sono valsi i soccorsi arrivati tempestivamente. Ma cosa è successo?

Il ragazzo, che si chiamava Giordano Cerro ed era originario di Roma, era nella zona della stazione della città toscana, in via Masi, sul retro dello scalo in compagnia di un altro ragazzo, un 17enne, che si è salvato. I due ragazzi, secondo quanto capito sino a ora dagli investigatori, avrebbero scavalcato il recinto del deposito ferroviario, e a quel punto Cerro si sarebbe arrampicato sul tetto di una locomotiva in sosta lungo il binario 9. Probabilmente per farsi scattare una foto sul tetto del treno.

Muovendosi, però, in un’area di ‘parcheggiò dei treni, il ragazzo ha urtato inavvertitamente i cavi aerei dell’alta tensione, rimanendo folgorato dalla linea elettrica sovrastante un locomotore e morendo all’istante. Entrambi i ragazzi coinvolti sono studenti di un istituto alberghiero romano e si trovavano a Livorno per un tirocinio presso una struttura ricettiva locale.

Quello dell’altra sera, però, non è il primo incidente di questo tipo negli ultimi anni. Era successo nell’estate 2015 a Porcari, in provincia di Lucca, quando un quindicenne di origini marocchine durante un gioco insieme ad altri ragazzini si era arrampicato su un lampione per cercare poi di raggiungere il tetto di un vagone ferroviario, urtando i cavi dell’alta tensione della linea aerea. Già nel 2014 era successo a un quattordicenne di Savignone, nel Genovese, con il ragazzino che era rimasto folgorato dopo essere salito su un tetto di un convoglio ferroviario fermo alla stazione di Busalla.

Nel 2008 un 23enne è rimasto folgorato dopo essersi arrampicato sul tetto di un vagone in sosta alla stazione di Falconara Marittima (Ancona) per scattare alcune foto al mare e un ventunenne è morto a Pinerolo (Torino) dopo aver sfidato il pericolo arrampicandosi sulla copertura del convoglio.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità