Lo scenario dell'Oms: "L'Europa è di nuovo l'epicentro dell'epidemia"

·1 minuto per la lettura

AGI - Il numero di morti per Covid nel mondo è sceso del 4% la scorsa settimana, tranne che in Europa dove invece è aumentato del 10%. E' l'allarme lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità, che ha sottolineato come l'Europa sia l'unica regione al mondo dove sia i casi che i decessi continuano a crescere costantemente.

I Paesi con più alto numero di nuovi contagi sono stati Usa, Russia, Regno Unito, Turchia e Germania; delle 61 nazioni che rientrano nella regione europea, il 42% ha registrato un'impennata dei casi di almeno il 10% nell'ultima settimana.

In Italia l'indice Rt è salito a 1,21, contro l'1,15 della scorsa settimana, mentre l'incidenza settimanale schizza a 78 casi per centomila, contro i 53 di 7 giorni fa. 

“L'incidenza settimanale a livello nazionale – sottolinea l'Iss - continua ad aumentare: 78 per 100mila abitanti (05/11/2021-11/11/2021) vs 53 per 100mila abitanti (29/10/2021-04/11/2021), dati flusso Ministero Salute.

Nel periodo 20 ottobre - 2 novembre 2021, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,21 (range 1,08 – 1,31), in aumento rispetto alla settimana precedente e stabilmente al di sopra della soglia epidemica.

È stabile e sopra la soglia epidemica, l'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero Rt = 1,14 (1,1-1,19) al 2/11/2021 vs Rt=1,12 (1,06-1,17) al 26/10/2021)”. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli