Lo scherzo perfetto, ma rischia di diventare una tragedia

Duccio Fumero
E’ accaduto nell’ultima puntata di “Lo scherzo perfetto”, la trasmissione condotta da Teo Mammuccari su Italia 1.

Uno scherzo perfetto, forse troppo. E’ accaduto nell’ultima puntata di “Lo scherzo perfetto”, la trasmissione condotta da Teo Mammuccari su Italia 1. I ‘concorrenti’ devono inventare uno scherzo a un amico, ma a volte dal ridere al piangere ci vuole veramente poco.

Come nel caso di Salvo e Michele, due amici che hanno deciso di fare uno scherzo a G., loro amico di vecchia data. I due hanno fatto credere al loro amico che avesse vinto oltre 78 milioni di euro al superenalotto. Il problema è che la schedina non l’aveva giocata G., ma un’altra persona, che poi scompare. G., convinto della supervincita, va a casa di Salvo e Michele per chiedere spiegazioni della schedina scomparsa.

Ma lo scherzo velocemente si trasforma in qualcosa d’altro. Perché G. è nervoso, molto, e inizia ad agitarsi di fronte alle poco convincenti risposte dei suoi due amici, che sembrano nascondergli qualcosa. G. si arrabbia, inizia a spintonare l’amico che era stato incaricato di andare a giocare la schedina. Sempre più furioso, poi, G. va in cucina e torna con un coltellaccio, minacciando Salvo e Michele, ora veramente spaventati perché lo scherzo era loro sfuggito di mano.

Salvo e Michele, a questo punto, confessano all’amico furibondo che si era trattato tutto di uno scherzo, che non c’era stata nessuna vincita e che l’estrazione era finta, fatta solo per fargli credere di aver vinto. Tragedia sfiorata, ma i telespettatori di Italia 1 non sembrano aver apprezzato e fin da subito hanno riempito i social di critiche per un gioco che si era evidentemente spinto oltre.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità