Lo spericolato Barbero: "Le donne hanno meno successo per differenze strutturali con gli uomini"

·1 minuto per la lettura
Alessandro Barbero (Photo: Roberto Serra - Iguana Press via Getty Images)
Alessandro Barbero (Photo: Roberto Serra - Iguana Press via Getty Images)

“Le donne sono insicure e poco spavalde, così hanno meno successo”. Dopo aver guidato la protesta degli accademici contro il Green Pass, il professor Alessandro Barbero torna a far parlare di sé, trattando il tema del gender gap e della competizione professionale tra uomo e donna sulle pagine del quotidiano La Stampa. Lo storico ed accademico prosegue affermando che “vale la pena di chiedersi se non ci siano differenze strutturali fra uomo e donna che rendono a quest’ultima più difficile avere successo in certi campi”.

E, pur di rischiare di essere “impopolare”, lo storico si domanda: ”È possibile che in media, le donne manchino di quella aggressività, spavalderia e sicurezza di sé che aiutano ad affermarsi?”. Ma uscire da questo schema potrebbe essere “solo una questione di tempo”, prosegue l’accademico. “Basterà allevare ancora qualche generazione di giovani consapevoli e la situazione cambierà”.

Barbero, come accennato, aveva guidato la protesta degli accademici contrari al Green pass. “Mi sono vaccinato, sia pure con qualche timore, e il Pass ce l’ho”, afferma lo storico. Ma “resto della mia idea, ovvero che non mi piace l’obbligo di Green Pass per accedere ai mezzi pubblici o, peggio, per poter lavorare e ancor meno mi piace che i datori di lavoro debbano diventare controllori”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli