Lo ha stabilito l’Unione Europea con finalità di risparmio e monitoraggio ambientale

·1 minuto per la lettura
Nuove regole Ue sui consumi da riscaldamento
Nuove regole Ue sui consumi da riscaldamento

In tema di riscaldamento domestico dal 2022 scatterà obbligo di comunicare i consumi ogni 30 giorni, lo ha stabilito l’Unione Europea con finalità di risparmio e monitoraggio ambientale. Il provvedimento entrerà in vigore dal primo gennaio 2022 e alcune norme verranno modificate, quali?

Riscaldamento e consumi a 30 giorni: quali regole europee ed italiane cambieranno

Quelle che sono state prese in esame dall’Ue in materia di direttiva sull’efficienza energetica (EED 2018/2002). Ecco, alcune delle parti di quella direttiva che in Italia trova “sponda” ed estensione nel Decreto legislativo 73/2020 cambieranno.

Contatori “da remoto” e riscaldamento: i consumi comunicati ogni 30 giorni

In particolare, “laddove siano stati installati contatori o contabilizzatori di calore leggibili da remoto, le informazioni sulla fatturazione o sul consumo basate sulla lettura dei contabilizzatori di calore devono essere fornite agli utenti almeno una volta al mese”. Attenzione, le nuove regole si applicheranno a chi ha dei “contatori” di ultima generazione, ma si tratta di dispositivi ormai in possesso quasi di tutti.

La parola d’ordine è risparmio, perciò sul riscaldamento consumi comunicati a 30 giorni

Lo scopo è evitare consumi eccessivi e quantificare l’esatta portata di quanto usufruito nel mese precedente, il tutto con un monitoraggio più capillare di emissioni e possibili direttrici di inquinamento. Lo scopo è poi quello di far capire che la “lettura” di alcuni dati forniti su base trimestrale o maggiore è cosa difficile per stabilire l’esatto ammontare di consumi e dovuto. Dal primo gennaio i dati saranno forniti ogni 30 giorni se si dispone di sistemi di contabilizzazione con lettura da remoto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli