Lo ha stabilito la dirigente scolastica della scuola elementare Iqbal Masih di Pasta di Rivalta

·2 minuto per la lettura
Un'immagine di Rivalta
Un'immagine di Rivalta

Polemica in provincia di Torino, dove a Pasta di Rivalta la tradizionale recita di Natale si terrà a porte chiuse per non escludere i genitori no vax: a stabilirlo, informano i media locali, Silvia Boaretto, la dirigente scolastica della scuola elementare Iqbal Masih. Come? Parrebbe con una decisione autonoma e “dopo avere fatto un sondaggio tramite un questionario”.

Il paradosso della recita di Natale a porte chiuse “per essere più inclusivi possibile”

La formula è quella soft “per essere più inclusivi possibile”, il che in soldoni significa per non escludere i genitori no vax. Sta di fatto che, alla faccia dell’inclusione di pochi, si è deciso per l’esclusione di tutti per l’evento in programma lunedì 20 dicembre. E a contare che si tratta di un evento in cui ci sono di mezzo bambini che hanno legittime aspettative di esibirsi di fronte ai loro genitori la cosa è molto meno soft di quanto il comunicato non spieghi.

Solo bambini fra il pubblico, niente genitori e recita di Natale a porte chiuse

La recita di Natale si terrà con un pubblico composto dai soli bambini. Questo perché ovviamente l’accesso al teatro è regolamentato dal green pass. Pare che nessun genitore no vax abbia fomentato la cosa, eppure la “cosa” è successa lo stesso ed anche a fronte del fatto che secondo fonti ufficiose ma pare attendibili 76 famiglie su 80 siano in possesso della certificazione verde.

Il sindaco-papà sulla recita di Natale a porte chiuse: “Non è giusto negare questa possibilità a chi si è fidato della scienza”

Tra i papà incappati nel divieto c’è anche il primo cittadino, Sergio Muro, che ai media ha spiegato si essere “molto dispiaciuto. Si tratta naturalmente di una scelta che non condivido: non è giusto negare una possibilità a chi sta rispettando le regole e ha deciso di fidarsi della scienza“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli