Lo straordinario diamante giallo Tiffany (indossato solo da tre donne dall'800 a oggi) è tornato

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Rob Youngson
Photo credit: Rob Youngson

From ELLE

La sua storia è ciò che gli americani definiscono larger than life, ma per chi non ne avesse mai sentito parlare, il Tiffany Diamond è un diamante giallo definito fancy yellow, una creazione da 128 carati con un valore stimato di 30 milioni di dollari che è stato indossato pubblicamente solo da quattro persone dal 1877 ad oggi.

Le (rare) apparizioni del Tiffany Diamond sono riservate al grande schermo e l'ultima attesissima comparsa sarà al collo dell'attrice Gal Gadot che interpreta Linnet Ridgeway Doyle, protagonista del film Assassinio sul Nilo. Uscito negli Usa il 23 ottobre e atteso a breve anche in Italia, il film riprende il romanzo di Agatha Christie che fa da seguito a Assassinio sull'Orient Express, ennesimo capitolo delle avventure di Hercule Poirot. Ad interpretare il detective, il cinque volte candidato all’Academy Award Kenneth Branagh che a bordo di un elegante battello a vapore cerca il colpevole di un tragico omicidio. Panorami desertici e piramidi, storie di passioni e gelosie sfrenate, look impeccabili: questi gli ingredienti del film di cui protagonisti (non ufficiali, ma delle nostre brame) sono le creazioni di Tiffany. Oltre al misterioso diamante infatti, in Assassinio sul Nilo figurano anche gioielli dalle collezioni Tiffany Victoria e Jean Schlumberger.

Photo credit: T|Tiffany & Co. Studio TM
Photo credit: T|Tiffany & Co. Studio TM

Gal Gadot indossa il Tiffany Diamond incastonato nell'ultima montatura in cui era apparso al pubblico, ovvero quella che Lady Gaga aveva sfoggiato alla cerimonia degli Oscar, quando si era esibita nell'indimenticabile duetto su Shallow insieme a Bradley Cooper. Prima di lei, a rendere celebre il gioiello e a far rimbalzare il suo nome sulla bocca di tutti, è stata Audrey Hepburn in alcuni scatti promozionali per l'indimenticabile Colazione da Tiffany. La montatura all'epoca era decisamente più vistosa, e il diamante giallo si trovava al centro di una collana di nastri di diamanti Jean Schlumberger.

La storia del Tiffany Diamond però inizia ben prima del 1961, prima di Audrey Hepburn un'altra (misteriosa) donna l'aveva indossato pubblicamente, dopo essere stato esposto in diverse occasioni. Nel 1877 fu scoperto come pietra grezza da 287 carati nelle miniere di Kimberly, Sud Africa, dove fu acquistato da Charles Lewis Tiffany che affidò al suo famoso gemmologo George Frederic Kunz, il compito di renderlo uno splendido gioiello. A Kunz si deve il particolarissimo taglio della pietra in un cuscino da 128 carati che ne esalta al massimo la brillantezza. Già all'epoca era impossibile non accorgersi che si trattava di un vero e proprio tesoro, che fu infatti esposto alla Fiera Mondiale di Chicago del 1893 e fece una rara apparizione nelle vetrine di Tiffany nel 1955 nelle mani di un angelo di filo d'oro.