Lo strumento Moxie di Perseverance estrae ossigeno su Marte

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 apr. (askanews) - Lo strumento Moxie (Mars Oxygen In-Situ Resource Utilization Experiment) che si trova sul rover Perseverance della Nasa, attualmente su Marte, nel cratere Jezero, ha prodotto ossigeno estraendolo dalla tenue atmosfera del pianeta rosso.

Moxie, spiega la Nasa, è uno strumento sperimentale delle dimensioni di un tostapane. Il test ha avuto luogo il 20 aprile 2021 (Sol 60) e potrebbe davvero aprire la strada alla futura esplorazione umana di Marte, passando dalla fantascienza alla scienza; isolando e immagazzinando ossigeno direttanente su Marte, infatti, si potrà un giorno fornire aria respirabile agli astronauti che esploreranno il pianeta oppure produrre scorte di combustibile per le astronavi che dovranno riportarli sulla Terra.

"È un primo passo fondamentale per convertire l'anidride carbonica in ossigeno su Marte - ha spiegato Jim Reuter, amministratore associato dello Space Technology Mission Directorate della Nasa - Moxie ha ancora molto lavoro da fare, ma i risultati di questa dimostrazione tecnologica sono molto promettenti nell'ottica di vedere un giorno gli esseri umani su Marte. L'ossigeno non è solo ciò che respiriamo. Il propellente per i razzi utilizza l'ossigeno e i futuri esploratori dipenderanno dalla produzione di carburante su Marte per il viaggio di ritorno".

Trasportare tutto l'ossigeno necessario alla loro sopravvivenza dalla Terra a Marte sarebbe arduo. Trasportare un convertitore di ossigeno da una tonnellata - un discendente più grande e più potente di Moxie - sarebbe molto più economico e pratico.

L'atmosfera di Marte è composta per il 96% da anidride carbonica (C02), costituita da un atomo di carbonio e due atomi di ossigeno. Moxie funziona separando gli atomi di ossigeno dalle molecole di anidride carbonica, il "prodotto di scarto", il monossido di carbonio, viene emesso nell'atmosfera marziana.

Dopo un breve riscaldamento di circa 2 ore, Moxie ha prodotto 5,4 grammi di ossigeno in un'ora, sufficiente a mantenere in vita un astronauta per circa 10 minuti di normale attività marziana (gli astronauti che vivranno e lavoreranno su Marte richiederanno meno ossigeno per respirare di quanto ne consumano sulla Terra), anche se lo strumento è progettato per produrre il doppio di questa quantità.

Il processo di conversione richiede alti livelli di calore per raggiungere una temperatura di circa 800 gradi Celsius. Per far fronte a ciò, Moxie è realizzato con materiali estremamente resistenti al calore con parti in lega di nichel stampate in 3De un aerogel leggero che aiuta a trattenere il calore. Un sottile rivestimento dorato all'esterno riflette il calore a infrarossi, impedendogli di irradiarsi verso l'esterno che potrebbe potenzialmente danneggiare altre parti del rover Perseverance.

Si prevede che Moxie effettuerà almeno altri 9 tentativi di estrarre ossigeno dall'atmosfera marziana nel corso di un anno marziano (quasi due anni terrestri).