Lo studio: "Le mascherine di stoffa sono affidabili. Meno contagi e infezioni più lievi"

·1 minuto per la lettura
REUTERS/Remo Casilli
REUTERS/Remo Casilli

Sembravano innocue contro il Covid. "Meglio le mascherine chirurgiche", dicevano in tanti. Invece, secondo uno studio dell'Istituto Spallanzani di Roma, anche le mascherine di stoffa sono affidabili. "Non solo riducono il rischio di trasmettere l'infezione agli altri", fanno sapere gli esperti dell'istituto, "ma sembrano anche ridurre la quantità di virus ricevuto da chi le indossa. Il risultato è che le infezioni sono meno pesanti o addirittura asintomatiche".

GUARDA ANCHE IL VIDEO: La svolta americana: niente più mascherina e distanziamento sociale per i vaccinati

LEGGI ANCHE: Covid, Bassetti: "Via le mascherine ai vaccinati"

Alla stessa conclusione sono arrivati anche i Cdc, Centers for disease control, statunitensi, che hanno pubblicato dati che dimostrano come le protezioni di stoffa e chirurgiche possono ridurre significativamente la trasmissione del virus sino a oltre il 95%. L'importante è che vengano indossate bene, coprendo naso e bocca. 

LEGGI ANCHE: Stop mascherine se vaccinati in Usa, cosa dicono gli esperti

Per gli esperti americani, comunque, la migliore soluzione resta la mascherina chirurgica strettamente annodata attorno alle orecchie. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Stop obbligo mascherine in Israele: il ritorno della normalità

LEGGI ANCHE: Vaccinati senza mascherine? Pregliasco: "In Italia è presto"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli