Lo trovano senza vita sul tetto di un nosocomio romano: le indagini

Ambulanza

È mistero sull’operaio trovato morto sul tetto dell’ospedale Cristo Re di Roma. Nessun segno di violenza sul suo corpo, ma gli inquirenti hanno disposto l’autopsia. Sul posto sono intervenuti i militari della stazione di Roma Montespaccato.

Operaio morto sul tetto di un ospedale: il caso

Giovedì 4 giugno gli operatori sanitari dell’ospedale romano Cristo Re hanno ritrovato sul tetto il cadavere di un uomo di 60 anni residente a Terracina. Si tratta di un operaio che stava facendo dei lavori. Non è ancora nota la dinamica dell’incidente. Stando a quanto appreso, l’operaio avrebbe avuto un malore. Non sono stati trovati segni di violenza sul corpo, ma gli inquirenti hanno comunque disposto un’autopsia per accertare le cause del decesso.

Un morto sul lavoro a Ostia

Il 4 giugno si è registrato il decesso di un altro operaio. Si tratta un uomo di 59 anni deceduto dopo una caduta da un’impalcatura a Ostia. L’uomo sarebbe precipitato per oltre 10 metri, morendo sul colpo, l’ennesimo caso di operai morti cadendo da grandi altezze. La salma è stata subito portata al Policlino Agostino Gemelli di Roma per l’autopsia. Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri e il nucleo di polizia giudiziaria della procura di Roma. È stata confermata la morte sul colpo e il cantiere è stato sequestrato. L’assessore regionale al Lavoro, Claudio Di Berardino, ha espresso la sua vicinanza ai familiari della vittima: “Esprimiamo profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia dell’operaio – ha detto, per poi aggiungere – L’incidente è stato oggetto di approfondimento nel tavolo regionale su Salute e Sicurezza“.

Le morti sul lavoro preoccupano il Governo. Secondo i dati dell’Inail, a gennaio 2020 si sono registrate 52 morti bianche, con un aumento del 18,2% sul 2019.