Lo youtuber che punta alla poltrona di governatore della California

·3 minuto per la lettura

Conta 1,7 milioni di followers, il canale Youtube che Kevin Paffrath aveva scelto circa dieci anni fa per condividere consigli e insight sul mercato immobiliare. Nel 2018 è arrivato a guadagnare intorno a duemila dollari al giorno solo da YouTube, e nello scorso anno ha totalizzato in ricavi pubblicitari tre milioni e mezzo di dollari. Altri sei ne guadagna dai corsi online e altre attività collegate, raggiungendo i 10 milioni di dollari l’anno.

Sui suoi account social parla quotidianamente di tassi di interesse e criptovalute, dà consigli su come costruirsi basi economiche solide con i giusti investimenti, e non mancano i commenti politici. Anche se, spiega, non è la politica come carriera a interessargli: “Voglio aggiustare la California”, dice. Per farlo è pronto a esporsi nelle prossime elezioni straordinarie indette in California dopo la raccolta firme per il “recall” - cioè un referendum per la rimozione - del governatore in carica, il democratico Gavin Newsom. Se andasse a buon fine, gli elettori porteranno scegliere tra 46 possibili successori, a Paffrath è tra i 9 democratici candidati. Solo che il partito sta spingendo perché i suoi elettori non solo votino no al recall, ma evitino anche di indicare l’eventuale successore. Paffrath, iscritto come democratico, sostenitore di Biden e dichiarato centrista, è tra i critici dell’operato di Newsom, e si dice preoccupato del fatto che i dem californiani non abbiano un piano di riserva nel caso il recall avesse successo e Newsom fosse destituito dalla carica.

Paffrath è ben deciso, invece, a emergere come “piano di back-up” per i democratici, scavalcando il partito per raggiungere gli elettori e spiegare uno ad uno che l’alternativa dem a Newsom esiste. Una campagna a tappeto via messaggi, apparizioni davanti ai media il più costanti e diffuse possibile, e naturalmente un’app: “Meet Kevin”, commissionata al cognato sviluppatore di professione. L’app permette di tenersi aggiornati sulle attività di Paffrath con video, live stream, notizie su comizi e inviti in tv. Un modo meno convenzionale ma sicuramente accessibile per tenere al corrente i suoi sostenitori degli eventi a cui partecipare e dei punti basilari del suo programma. In cima il problema dei senzatetto, che propone di affrontare con un piano di alloggi popolari riadattando uffici ed edifici commerciali in modo da renderli dormitori capaci di ospitare oltre 160mila persone in 60 giorni, con costi irrisori per la comunità. Altri obiettivi sono le scuole, la legalizzazione del gioco d’azzardo come stimolo per l’economia, trovare soluzioni al problema della siccità e degli incendi e la costruzione di tunnel sotterranei in stile Elon Musk per alleggerire il traffico congestionato delle aree urbane.

Difficile che Newsom perda, ma se lo scenario dovesse verificarsi, allora Paffrath è decisamente favorito, stando ai sondaggi. Soprattutto perché, se l’ipotesi del recall diventasse più concreta, i democratici dovrebbero necessariamente indicare un candidato successore, e lui si dice speranzoso di poter essere scelto. Domina infatti per l’opinione pubblica la lista dei possibili sostituti, con il 27% delle preferenze. Dietro di lui altri sei candidati, tutti repubblicani, tra loro il conduttore conservatore di talk show Larry Elder e la star dei reality, ex atleta olimpica e sostenitrice dei diritti delle persone transessuali Caitlyn Jenner.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli