Lo zio di Saman ha indicato il punto in cui scavare

no credit

AGI - È stato Danish Hasnain, lo zio di Saman Abbas, a condurre gli inquirenti venerdì nel Reggiano nel luogo dove la 18enne di origine pachistana sarebbe stata sepolta e dove sono stati rinvenuti dei resti umani. La notizia, divulgata anche dai media locali, trova conferme in ambienti investigativi.

L'uomo, in carcere insieme ai cugini della giovane Ikram e Numanulla, era accompagnato dagli agenti della penitenziaria e ha consentito ai carabinieri di individuare il punto esatto dove scavare, nei pressi di un casolare diroccato a Novellara, a poche centinaia di metri dall'abitazione dove la vittima viveva con la famiglia. Saman sarebbe stata uccisa poiché contraria a un matrimonio combinato dalla famiglia.