Locatelli: l’obbligo vaccinale è una pagina chiusa

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 giu. (askanews) - L'obbligo vaccinale è una pagina ormai chiusa, con la sola eccezione del personale sanitario". Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli, intervenuto su SkyTg24, che ha escluso in modo deciso obblighi vaccinali per la scuola.

"Ci sono ormai in fase di valutazione avanzata i vaccini bivalenti, che coprono sia la variante originale sia le varianti BA - ha aggiunto Locatelli -. A partire da settembre-ottobre ci sarà una nuova campagna vaccinale, ma personalmente la riserverei a chi rischia di contrarre la malattia in forma grave. L'importante è mettere in protezione i soggetti maggiormente a rischio di malattia grave. La quarta dose potrebbe essere destinata alle persone con più di 60 anni, forse anche dai 50 in su.

Locatelli ha parlato anche delle vaccinazioni per le donne in gravidanza: "E' appena stato pubblicato un lavoro che dimostra che i figli di madri vaccinate sono più protetti rispetto alla forma grave della malattia. Con la vaccinazione delle donne incinte si proteggono sia la madre, sia il neonato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli