Lockdown, Galli: "Chiusure inevitabili se contagio non cala"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Se nelle prossime settimane non ci sarà una reale diminuzione dei nuovi casi, nuove chiusure saranno inevitabili". E' il quadro che il professor Massimo Galli, direttore del reparto malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, delinea al Messaggero. "Ciò che succederà nei prossimi 15 giorni, in termini di ricoveri e sofferenza degli ospedali, è inevitabile. I segnali di flessione dei contagi ci sono, flebili. Ma gli effetti su una minore pressione sugli ospedali li vedremo, eventualmente, più avanti", prosegue. "E purtroppo siamo ancora a 30mila positivi al giorno, se non c'è un'effettiva riduzione, arriveranno giorni ancora più difficili la gestione degli ospedali".