"Lockdown non servirebbe con 95% uso mascherine"

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Se l'uso delle mascherine raggiungesse il 95%, i lockdown non sarebbero necessari. Se invece l'utilizzo di queste protezioni è pari o inferiore al 60%, è difficile evitare le chiusure". E' quanto ha detto Hans Kluge, direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità per l'Europa, durante un incontro in cui ha aggiornato sulla situazione di Covid-19 nel Vecchio continente, ricordando tuttavia che "la mascherina non è affatto una panacea e deve essere combinata con altre misure".

Secondo Kluge "grazie all'adesione al comportamento di riduzione del rischio" da Covid-19, "i nuovi casi settimanali" di coronavirus Sars-CoV-2 "sono diminuiti da oltre 2 milioni a circa 1,8 milioni di casi la scorsa settimana".

Il direttore dell'Oms ha poi ribadito che "i bambini e gli adolescenti non sono considerati fonti principali di trasmissione" del coronavirus Sars-CoV-2 e, in quanto tali, le chiusure scolastiche non sono considerate una misura efficace per il controllo di Covid-19. Domani è il World Children's Day, un giorno che ci ricorda di preservare i diritti dei bambini, in mezzo a questa crisi. l'Oms resta fermamente impegnata a sostenere i Paesi europei affinché mantengano aperte le scuole primarie e garantiscano un apprendimento sicuro".

Quanto al Natale, "sarà diverso, ma questo non vuol dire che non sarà felice. Come nel ramadan: le comunità" musulmane "hanno trovato modo di non assembrarsi, incluso preghiere 'virtuali' o cibo portato a casa per celebrazioni a distanza". "Vediamo segni del Natale nella consegna di pacchi ai senzatetto, nelle feste virtuali e le decorazioni alle finestre. La tecnologia e la farmaceutica ci offrono una nuova speranza" per consentire "ai bambini un apprendimento sicuro e la possibilità per loro di festeggiare il Natale. Non dobbiamo mollare".

"Contagio rallenta in Europa, misure funzionano"

"In Europa un morto ogni 17 secondi"