Lockdown a Pechino a causa del forte inquinamento: vietate le attività all'aria aperta

·1 minuto per la lettura
Inquinamento a Pechino
Inquinamento a Pechino

Situazione molto critica quella che sta vivendo la Cina. L’inquinamento ha raggiunto livelli estremi. A causa dello smog, le autorità di Pechino hanno chiuso alcuni tratti autostradali e vietato le attività all’aria aperta.

Cosa potrebbe aver causato l’aumento dello smog a Pechino e in tutta la Cina

Mentre si sta svolgendo in Scozia la conferenza Cop26 per cercare di risolvere i problemi legati all’inquinamento e al Climate Change, in Cina si sta andando controtendenza rispetto al resto del mondo. Xi Jinping non solo non ha partecipato alla Cop26, per di più ha deciso di aumentare le emissioni di gas serra, dando uno schiaffo morale a chi sta cercando di ridurle.

Lockdown a Pechino, ma non per il Covid

Il Governo cinese ha sminuito il problema dello smog a Pechino, giustificando la nube tossica come un semplice “fenomeno meteorlogico sfavorevole”. È stato imposto un Lockdown in città e sono state vietate le attività all’aria aperta. Chiusi anche i principali tratti autostradali, bloccando il collegamento con le città di: Shangai, Tianjin e Harbin.

Quando migliorerà la situazione a Pechino

I rilevamenti che provengono dalle stazioni di monitoraggio hanno previsto che la situazione attuale dovrebbe migliorare verso il weekend, per la precisione sabato sera; ed attenuarsi definitivamente domenica, con l’arrivo della neve.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli