Lockdown per i non vaccinati? Indiscrezioni da fonti governative

·1 minuto per la lettura
(Getty Images)
(Getty Images)

Non ci sono le premesse numeriche per "fare come l'Austria" che ha imposto il lockdown ai non vaccinati. Questo il ragionamento espresso a LaPresse da fonti governative che seguono costantemente i dati e la curva epidemiologica nel nostro Paese, dopo le richieste arrivate da diversi presidenti di Regione sulla possibilità di limitare le libertà di chi non si è immunizzato.

VIDEO - Covid, cosa sono i vaccini proteici?

L'Austria, viene spiegato, ha poco meno di 10 milioni di abitanti e viaggia sui 12mila casi al giorno di Covid 19. "E' come se noi viaggiassimo su 72 mila nuovi contagi nelle 24 ore" (ieri in Italia i nuovi casi sono stati 5.144, con picchi in settimana scorsa da 8.500). La pressione su area medica e terapie intensive, viene ribadito, "è un po' più alta in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Bolzano non sta schizzando verso l'alto". 

Resta fermo, poi, il sistema delle aree di colorazione. Le zone gialle, arancioni o rosse, viene sottolineato, scattano in base agli indicatori ospedalieri e alle terapie intensive e "sono quelli che hanno chiesto le Regioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli