Lockdown per non vaccinati, Austria decide

·1 minuto per la lettura

Lockdown per i non vaccinati, l'Austria decide. Il governo di Vienna deciderà domenica sulla possibilità di imporre un lockdown nazionale a partire da lunedì per chi non si è vaccinato contro il covid, circa il 35% della popolazione. "Non vi deve essere nessuna solidarietà con i non vaccinati", ha detto il cancelliere, Alexander Schallenberg. Intanto il ministro della Salute Wolfgang Mueckstein ha confermato che domenica sarà sul tavolo anche la proposta dell'obbligo di vaccinazione per chi lavora nel settore sanitario.

Domenica il governo federale si riunirà sia con i governatori statali che con il comitato del Consiglio nazionale, riferisce l'emittente pubblica Orf. Il cancelliere ha insistito sulla necessità di provvedimenti a livello nazionale, respingendo l'ipotesi di una chiusura "generale" per tutta la popolazione. Mueckstein dà intanto per certo il confinamento dei non vaccinati nelle regioni dell'Alta Austria e a Salisburgo, dove si sta verificando il maggior numero di contagi.

Paese di quasi nove milioni di abitanti, l'Austria sta affrontando una nuova ondata di contagi che da alcuni giorni si situa attorno ai 10mila ogni 24 ore. I decessi sono giornalieri sono sulla ventina, un dato che non si vedeva da maggio. Dall'inizio della pandemia, l'Austria ha registrato 923.000 contagi e 11.600 decessi per il covid-19.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli