Lodi, arrestati tre spacciatori nella stazione di San Zenone Lambro

Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 23 nov. (askanews) - La polizia ferroviaria di Milano ha arrestato sabato scorso tre uomini nell'ambito di un'operazione contro lo spaccio presso la stazione ferroviaria di San Zenone al Lambro (Lodi) e nelle sue adiacenze. Le indagini, nate dalle denunce del comitato pendolari e dai residenti della zona, si sono concluse con l'emissione da parte del Giudice per le indagini preliminari di Lodi, su richiesta della Procura di Lodi, di tre ordini di custodia cautelare ponendo fine ad un'attività criminale che avrebbe, tra l'altro, messo in pericolo e creato ritardi della circolazione ferroviaria con il continuo attraversamento di binari da parte di spacciatori e acquirenti in cerca di stupefacenti. Colpiti dai provvedimenti sono due uomini di origine marocchina di 27 anni che sono stati condotti nel carcere di Lodi e un italiano di 40 anni agli arresti domiciliari. Un altro italiano di 54 anni, anch'egli residente nel Lodigiano e di professione conducente di taxi, è stato denunciato in stato di libertà e sottoposto all'obbligo di firma in quanto avrebbe utilizzato l'automezzo di lavoro per trasportare gli altri indagati sul luogo di spaccio. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati anche la somma di 11 mila euro e nove telefoni cellulari.