Lodi, spray al peperoncino spruzzato in un istituto: 600 studenti evacuati, diversi intossicati

Lodi, evacuata una scuola: è stato spruzzato uno spray al peperoncino
Lodi, evacuata una scuola: è stato spruzzato uno spray al peperoncino

È una bravata che rischia di costare molto cara ai responsabili, quella che è stata compiuta nella mattinata di sabato 17 settembre 2022 a Lodi.

Nello specifico, alcune persone, ancora tutte da identificare, hanno ben pensato di spruzzare dello spray urticante all’interno dei locali dell’Istituto Agostino Bassi.

Lodi, spray urticante spruzzato all’interno dell’Istituto Agostino Bassi

Nella mattinata di sabato 17 settembre 2022, la sede centrale dell’Istituto tecnico e per geometri Agostino Bassi è stata evacuata, dopo che qualcuno ha spruzzato dello spray urticante in un corridoio della scuola.

Al momento non sono ancora stati identificati i responsabili di quella che potrebbe essere a tutti gli effetti una vera e propria bravata, le indagini sono in corso di svolgimento.

L’intervento dei Vigili del Fuoco e l’evacuazione dell’Istituto Bassi

Nel complesso sono 600 gli studenti che nella mattinata di sabato 17 settembre 2022 sono stati evacuati dall’Istituto Agostino Bassi di Lodi, dopo che qualcuno ha spruzzato dello spray al peperoncino in uno dei corridoi della scuola.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e il nucleo NBCR, che insieme hanno rinvenuto all’interno dell’Istituto una prova che probabilmente sarà utile per permettere alla Polizia di incastrare i responsabili del gesto, si tratta di una bomboletta di spray al peperoncino.

L’intervento dei soccorritori all’Istituto Bassi di Lodi: 14 persone intossicate

Tempestivo è stato l’intervento dei soccorritori del 118 presso l’Istituto Agostino Bassi, nel complesso tutti coloro che hanno manifestato qualche sintomo sono stati esaminati sul posto e di fatto soltanto 14 persone sono state intossicate in modo lieve.

Fortunatamente nessuno è stato trasferito in ospedale e la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi.