Lodi, studente tira fuori la pistola mentre esegue l'esame di Stato

studente-pistola

Attimi di panico a Casalpusterlengo, in provincia di Lodi, dove nella giornata del 23 giugno uno studente di 18 anni ha estratto una pistola (poi risultata scarica) durante l’esame di maturità e l’ha puntata contro la commissione dell’Istituto Cesaris. Il ragazzo ha poi desistito a sparare e a seguito dell’intervento delle forze dell’ordine è stato tranquillizzato e portato via in ambulanza, anche al fine di eseguire degli accertamenti sulla sua salute mentale.

Studente estrae pistola durante la maturità

Stando alle informazioni trapelate l’episodio sarebbe accaduto verso le ore 13, mentre all’interno dell’istituto scolastico si stavano svolgendo i colloqui d’esame. Improvvisamente e per cause ancora da appurare, il giovane ha estratto l’arma puntandola contro i professori che sono rimasti sotto tiro per diversi minuti. Alla fine però il giovane ha desistito dal premere il grilletto appoggiando la pistola sul tavolo.

Approfittando di ciò, una professoressa è riuscita a impossessarsi dell’arma e ad allontanarla dalle mani dello studente, che nel frattempo veniva preso in consegna dagli uomini dei carabinieri della compagnia di Codogno. Sul posto, mentre l’intero edificio si svuotava con molti studenti e docenti che fuggivano presi dal panico, sono intervenuti anche il sindaco di Casalpusterlengo Elia Delmiglio e gli operatori sanitari che hanno immediatamente portato in ospedale il giovane in vista di accertamenti sulla sua salute mentale. Al momento rimane da capire come il ragazzo sia potuto accedere all’istituto armato di pistola e soprattutto che cosa abbia scatenato questo suo gesto tanto eclatante.