Lodi, Usigrai: basta bufale, rispetto per vittime e per la Rai

Pol/Tor

Roma, 6 feb. (askanews) -" Nella sua foga anti Rai, impegnato a scrivere comunicati, Michele Anzaldi si è dimenticato di accendere la tv.Il primo collegamento in diretta assicurato dalla Rai è stato alle 7.40. In diretta poi con TgR, Tg1, Uno Mattina, Rainews24, Agorà, Tg2 e Giornale Radio e Radio1. Giornalisti Rai, ben 2, sono stati gli unici presenti sul posto per lungo tempo.Non avevamo, è vero, immagini girate dall'alto con il drone perchè avremmo ostacolato gli elicotteri del soccorso, cosa che Anzaldi dovrebbe sapere prima di puntare il dito, ancora una volta a sproposito, sulla Rai servizio pubblico". Lo rivendica in un nota l'esecutivo del sindacato unitario dei giornalisti Rai Usigrai

"Basta con le bufale, rispetto per la Rai. E soprattutto - afferma ancora Usigrai- rispetto per le vittime di questo incidente.Il silenzio sarebbe stato doveroso di fronte al dolore, ma evidentemente qualcuno non ha la stessa sensibilità e la diffusione di queste falsità non può essere tollerata".