Diabolik: omaggio dei tifosi, scritta 'Irriducibili' sulla bara

webinfo@adnkronos.com

E' stato accolto da un lungo applauso il feretro di Fabrizio Piscitelli, l'ultras della Lazio ucciso con un colpo di pistola il 7 agosto scorso nel parco degli Acquedotti a Roma. La zona è blindatissima e l'accesso al santuario del Divino Amore, dove tra meno di un'ora si svolgeranno i funerali, è permesso solo ad amici e parenti in lista. "Da veri laziali battiamo le mani" il coro intonato davanti al carro funebre. 

Una volta chiusa la camera ardente al policlinico di Tor Vergata, il feretro del leader degli 'Irriducibili' è stato caricato sul carro funebre alla volta del santuario. Intorno al carro, i familiari di Piscitelli, alcuni amici e una delegazione degli 'Irriducibili' hanno vissuto in forma privata il loro dolore prima del tributo collettivo al capo ultras, in forma composta come hanno chiesto i familiari. 

Una bara nera e lucidissima con ai lati la scritta grande 'Irriducibili', naturalmente bianca e celeste, e davanti gli occhi del personaggio dei fumetti al quale Fabrizio Piscitelli aveva "preso" il nome di battaglia. È l'omaggio della sua curva, la curva nord biancoceleste, l'omaggio dei suoi amici al Diabolik dei derby e del tifo in trasferta. La sua ultima culla, colorata come il cielo e i colori della sua squadra, che verrà salutata e portata a spalla oggi pomeriggio nella chiesa del Divino Amore da amici e parenti.  

Solo cento gli ammessi alla cerimonia , concessione strappata dopo il divieto di celebrare le esequie di Diabolik in forma solenne e pubblica. Molti di più quelli che parteciperanno da fuori e tenuti sotto stretto controllo da un dispiegamento ingente di forze dell’ordine e agenti della Polizia Locale a limitare gli spazi di accesso. 

Sono oltre 300 gli uomini in campo, tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, previsti dal dispositivo di sicurezza del questore di Roma Carmine Esposito per i funerali, l’ultras della Lazio. L'area del Santuario del Divino Amore è già stata tutta transennata ed è presidiata dalle forze dell’ordine. Servizi di vigilanza sono in atto anche nei pressi dell’Istituto di Medicina Legale di Tor Vergata e nella zona del Cimitero Flaminio. In campo per la viabilità anche numerose pattuglie degli agenti della polizia di Roma capitale. Nel piazzale, gli 'Irriducibili', come da richiesta della famiglia di Piscitelli, sistemeranno un banchetto per la raccolta fondi in favore della Lega italiana fibrosi cistica Lazio. 

La scritta 'Diablo' è su uno striscione appeso a due passi dalla panchina dove è stato freddato con un colpo di pistola alla testa. Qui, in questo angolo di via Lemonia, dove il parco degli Acquedotti continua ad essere frequentato da runner e bambini, i tifosi e gli amici del leader degli Irriducibili hanno ricreato una sorta di curva (FOTO). Tra le corone degli amici anche quella della tifoseria gemellata del West Ham e di Casapound Italia.