Omaggio senza sosta a Ratzinger, in mattinata il saluto di 25mila fedeli

Alessandro Serrano' / AGF

AGI - È ripreso questa mattina l'afflusso dei fedeli che si sono recati nella Basilica di San Pietro per rendere omaggio alla salma di Benedetto XVI.

Secondo la Gendarmeria Vaticana, circa 25 mila persone hanno già reso omaggio al Papa emerito prima delle ore 12 di oggi.

Ieri sono stati in 65.000 a sfilare davanti al'altare della Cattedra dove è stata collocata la salma, vestita con i paramenti sacri.
  Una cifra scrive oggi il Sir, che "non stupisce chi ha seguito tutto il pontificato di Benedetto XVI e gli ultimi appuntamenti pubblici che hanno fatto seguito alla rinuncia, sempre seguiti da una folla via via crescente che si è stretta affettuosamente intorno al successore di Pietro prima della fine effettiva del pontificato, col ritiro a Castelgandolfo e la scelta di vivere nel Monastero Mater Ecclesiae per sostenere in silenzio e “nascosto al mondo”, come lui stesso a dichiarato, il cammino della Chiesa".

 La basilica di San Pietro resterà aperta anche oggi e domani, dalle 9 alle 19. Si lavora, intanto, all'allestimento del palco papale, sul sagrato della basilica vaticana, da cui Papa Francesco presiederà giovedì prossimo, alle 9:30, i funerali del Papa emerito

Ai funerali attesi molti vescovi tedeschi

La Chiesa tedesca, da cui proveniva Benedetto XVI ma che adesso si trovain una fase molto dialettica in vista del sinodo voluto da Francesco per via delle molte voci aperturiste in materia di morale, sarà presente con molti vescovi ai funerali del Papa Emerito, dopodomani.
 

Oltre al presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), mons. Georg Bätzing , si recheranno in Vaticano anche il cardinal Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco-Frisinga e il card. Rainer Maria Woelki, arcivescovo di Colonia, come annunciato in un comunicato stampa ufficiale della Dbk.

Saranno presenti anche i vescovi di Ratisbona, mons. Rudolf Voderholzer, e di Passau, mons. Stefan Oster, oltre all'arcivescovo emerito di Bamberga, mons. Ludwig Schick, e i cardinali tedeschi di curia. Tra di essi, il presidente emerito del Pontificio Consiglio per la promozione dell'Unità dei cristiani, il cardinale 89enne Walter Kasper, che ha definito Benedetto XVI come “eminente teologo e importante Papa”.

In una intervista con l'agenzia di stampa cattolica austriaca Kathpress, il card. Kasper ha sottolineato che Benedetto XVI sia stato spesso frainteso in Germania, ma questo cambierà nel tempo.

“Come tedeschi, possiamo essere orgogliosi di lui”, ha detto il porporato secondo quanto riferisce il Sir. Benedetto, ha aggiunto,  ha considerato suo compito da Papa “di dire la verità e dare orientamento alle persone”.

In rappresentanza della diocesi di Würzburg ci sarà il vescovo ausiliare, mons. Ulrich Boom, che da giovane partecipava agli incontri che l'allora arcivescovo di Monaco-Frisinga, mons. Joseph Ratzinger, teneva settimanalmente con gli studenti delle università e scuole superiori. Saranno invece l'arcivescovo di Salisburgo, mons. Franz Lackner, presidente della Conferenza episcopale austriaca, e il cardinale Christoph Schönborn, arcivescovo di Vienna, i rappresentanti ufficiali della Chiesa austriaca